spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

Intervista ai neoborbonici: Dal settimanale "la voce del Molise" PDF Stampa E-mail

Settimanale La Voce del Molise

Antonio Lanza????

venerd? 10 febbraio 2006?

Napoli - Un movimento che non ? federalista, non ? separatista e nemmeno monarchico. Unica parola d?ordine, il riscatto del Sud e la difesa degli interessi di tutti i Meridionali. L?Associazione culturale ha 13 anni di vita e dispone di sedi e riferimenti nell?intera penisola. Ha una propria testata giornalistica (il Giornale delle Due Sicilie, come l?antico organo ufficiale borbonico), un sito internet e, soprattutto, vanta consensi e simpatie sempre crescenti. Guida il movimento Gennaro De Crescenzo. Segretario Nazionale ? invece Salvatore Lanza. Per saperne di pi?, ci tuffiamo in una doppia intervista.

Presidente, quando ? nata l?Associazione e qual ? la denominazione ufficiale?

La denominazione ufficiale ?: Associazione Culturale "Movimento Neoborbonico". Ed ? nata a Napoli il 7 settembre 1993 per una contro-celebrazione dell?arrivo di Garibaldi nella citt? partenopea, avvenuto, come noto, il 7 settembre del 1860.

Segretario, perch? neoborbonici?

Potevamo chiamarci neo-greci o neo-aragonesi, era lo stesso?. Avevamo bisogno di richiamarci ad un passato importante e glorioso e i Borbone sono stati gli ultimi a rappresentare un Sud ricco di primati, orgoglio e dignit? in Italia e nel mondo. La bandiera del Regno delle Due Sicilie ? la sintesi di una storia plurimillenaria che si ? fermata proprio nel 1860: da grande capitale diventammo una delle tante province d?Italia?

Presidente, quanti iscritti raccoglie l?associazione e di quante sedi dispone?

Ormai esistono delegazioni del Movimento in tutte le regioni italiane e molto spesso anche in parecchie province. In questi tredici anni di attivit? abbiamo raggiunto diverse migliaia di simpatizzanti e iscritti. Addirittura abbiamo delegati in SudAmerica, in Australia e nel resto dell?Europa. Una sorta di consolati per i nostri emigranti. E? bello ma anche triste spedire pagine di memoria storica o oggettistica borbonica a persone che hanno subito la questione meridionale sulla loro pelle, in quanto costrette ad emigrare all?estero.

Segretario, come vi collocate politicamente?

N? a destra n? a sinistra ma a Sud. Questo ? il nostro slogan e vorrei che il messaggio arrivasse forte e chiaro. Le ideologie dividono, frazionano le persone in gruppi e correntoni di partito. Il movimento Neoborbonico o un eventuale movimento politico deve essere una realt? sopra le parti, capace di aggregare e non dividere le persone.

Presidente, dall?arrivo dei piemontesi (invasori o liberatori, dipende dai punti di vista) in poi: chi sono i vostri nemici?

I nostri principali nemici, che del resto sono i nemici del nostro Sud, sono i cosiddetti "intellettuali" meridionalisti e la classe politica e dirigente meridionale asservita ai poteri forti e volontariamente complice della nostra condizione sociale ed economica. I leghisti o i nordisti di ieri e di oggi certamente non sono nostri amici ma, prima di sconfiggere loro, c?? bisogno di cambiare le classi dirigenti del Sud che da oltre 140 anni non rappresentano la cultura, l?economia o la politica dei meridionali ma interessi e posizioni personali: a che cosa sono servite intere generazioni di meridionalisti impegnati a "risolvere" una questione meridionale che resta ancora oggi irrisolta? E, tanto per cambiare, la questione meridionale prima dell?unificazione italiana non esisteva?

Dal 1870 al 1913 oltre 5 milioni di meridionali sono stati costretti ad emigrare: con i Borbone nessuno era costretto, bene o male, a fare le valigie. Avevamo le nostre fabbriche (oltre 5000), i nostri commerci internazionali, un?agricoltura competitiva, opere pubbliche di primo piano (dagli ospedali agli orfanotrofi, dalle ferrovie in espansione alle navi con la prima flotta mercantile e militare d?Italia). Dopo l?arrivo di Garibaldi e i massacri del cosiddetto "brigantaggio" (migliaia i nostri compatrioti uccisi soprattutto nelle campagne della Lucania e proprio del Sannio), la politica italiana ci costrinse (e ci costringe ancora) a lasciare la nostra terra.

Segretario, chi sono invece i vostri amici?

I nostri amici sono quelle diverse migliaia di meridionali orgogliosi del loro passato e che tutti i giorni ci sostengono e ci incoraggiano nell?andare avanti nella lenta e faticosa ma gratificante ricostruzione della nostra memoria storica.

Nostri amici sono quelle persone che per strada riconoscono le bandiere del Regno Delle due Sicilie, sono quegli iscritti che puntualmente rinnovano la quota associativa o danno un contributo; anche quei politici che pur non essendo neoborbonici riconoscono il nostro ruolo e la nostra battaglia culturale apprezzando il coraggio e la lungimiranza che da tempi non sospetti fanno del nostro movimento l?ultimo baluardo che combatte per la difesa di tutti gli antichi popoli meridionali.

Presidente, come lo immagina un "Sud ideale"?

Il Sud ideale ? un Sud orgoglioso, forte, compatto, consapevole della storia e della grandezza del passato e pronto a battersi per un Sud competitivo in Italia e nel mondo. E magari con treni, navi e aerei che riportano i nostri emigranti a casa?

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 45 visitatori online
Utenti
20151 registrati
0 oggi
6 questa settimana
1414 questo mese
Totale Visite
11286305 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer