spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Due conti, fra passato e presente

Due conti, fra passato e presente PDF Stampa E-mail

Gentili Neoborbonici,

faccio seguito ai contatti telefonici con il Vs. Fiore Marro per presentarmi.

Sono un napoletano, laureato in Economia e Commercio e sono un Direttore Finanziario di una multinazionale americana.

Dal mio particolare osservatorio sono, ovviamente, quotidianamente coinvolto in tematiche concernenti l'economia, gli aspetti sociali ed il lavoro.

Inoltre, come ogni buon cittadino, sono interessato allo sviluppo economico in generale che garantisca un futuro alle attuali generazioni ed a quelle future.

Informato, come tutti, dalla stampa, dalla televisione sulle ns. condizioni economiche, sociali e di sviluppo mi ? sorto l'ovvio interesse di analizzare pi? in profondit? i problemi, in particolare quelli concernenti la mancanza di lavoro.

Partendo, per esempio, dalle statistiche sulla qualit? della vita in Italia (vedi Il Sole 24 Ore del 20 dicembre 2004) si evince quanto segue:

LA RICCHEZZA PRODOTTA (Ammontare del valore aggiunto pro-capite a prezzi correnti)

- Nord?????? 23.157 euro
- Centro??? 19.592 euro
- Sud??????? 14.166 euro
- Media nazionale??? 19.499 euro

In particolare:

- Milano????? 30.468 euro? (Posiz. 1 su 103 province)
- Roma 25.338 euro? (Posiz. 8 su 103 prov.)
- Napoli????? 12.994 euro? (Posiz. 94 su 103 prov.)

Le prime 56 posizioni di questa classifica sono relative a province settentrionali con l'esclusione di 5 del Centro. La prima meridionale ? al 57o posto ed a partire dalla 76a posizione sono tutte meridionali (eccetto
1).

L'ultima provincia (Crotone) ? ovviamente meridionale ed ha un valore pari a 11.518 euro.

Le mie considerazioni sono le seguenti:

- il Sud ha solo il 72,6% del valore aggiunto pro-capite della media
nazionale ed il 61,2% di quello del? Nord
- la provincia di Napoli (la citt? pi? grande del Sud) ha solo il 66,6% del
valore aggiunto pro-capite della media nazionale ed il 56,1% di quello del Nord
- la provincia di Napoli ha solo il 42,6% del valore aggiunto pro-capite
della provincia di Milano
- la provincia di Crotone (l'ultima) ha solo il 59,1% del valore aggiunto pro-capite della media nazionale ed il 49,7% di quello del Nord
- la provincia di Crotone ha solo il 37,8% del valore aggiunto pro-capite della provincia di Milano

Da tutti questi dati si capisce perch? c'? illegalit? nel Sud e nel contempo mancanza di lavoro e quindi mancanza di sviluppo economico e di benessere. O viceversa, che ? lo stesso,? ? la mancanza di lavoro a portare l'illegalit? e tutto il resto.

Da un'altra mia analisi si evince che l'Italia ha il maggiore peso fiscale, computando imposte sui redditi delle imprese ed IVA, dei 25 Paesi dell'Unione Europea.

Ci si chiede perch? una multinazionale straniera dovrebbe investire nel Sud dove, fra l'altro, c'? anche, purtroppo, illegalit? diffusa e quindi mancanza di sicurezza per quanto concerne gli investimenti oltre che
mancanza di agevolazioni di tipo fiscale ad investire in loco.

Partendo da queste premesse ho cercato di fare analisi pi? approfondite per capire da dove si originava l'attuale situazione.

Navigando in Internet e leggendo testi dedicati poi ho scoperto che al Regno delle Due Sicilie

. Nell'Esposizione Internazionale di Parigi del 1856 fu assegnato il Premio per il terzo Paese al mondo come sviluppo industriale (I in Italia) e che lo stesso aveva la miglior finanza pubblica in Italia; ecco lo schema al 1860 (in milioni di lire-oro):

- Regno delle Due Sicilie: 443, 2
- Lombardia: 8,1
- Veneto: 12,7
- Ducato di Modena: 0,4
- Parma e Piacenza: 1,2
- Stato Pontificio: 90,6
- Regno di Sardegna: 27
- Granducato di Toscana: 84,2

A questo punto ti sorgono degli interrogativi e ti chiedi qual ? la verit?. Queste due informazioni di cui sopra? ti sorprendono e ti spingono ad una ulteriore ricerca storica per capire chi siamo e dove possiamo arrivare.
Certo, se eravamo il terzo Paese al mondo per sviluppo industriale ed avevamo la migliore finanza pubblica in Italia c'? da chiedersi come mai la Capitale di quel Regno sia oggi la 94a provincia di Italia per ricchezza
prodotta e tutto il Sud abbia solo il 61% del valore aggiunto pro-capite del Nord.

Bisogna capire dove sono stati commessi gli errori e cosa bisogna fare per correggerli.

Ecco perch? l'approfondimento culturale e scientifico, anche attraverso il Vs. sito e contributo, mi pu? aiutare a comprendere meglio la verit?.

Cordiali saluti

Luca Longo

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 32 visitatori online
Utenti
20403 registrati
0 oggi
2 questa settimana
2005 questo mese
Totale Visite
11685858 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer