spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Lapo Elkann:Modello imprenditoriale della civilt? del nord

Lapo Elkann:Modello imprenditoriale della civilt? del nord PDF Stampa E-mail

Giovane, intraprendente, capace, ?self made man?, dotato di un naturale e spiccato senso del marketing, immagine della nuova generazione di capaci ed affidabili imprenditori italiani a cui affidare le sorti e il rilancio dei nostri vanti nazionali.

Questo il profilo del giovane Lapo Elkann ,ultima generazione della dinastia italiana industriale pi? famosa,gli Agnelli.

Questo almeno ? quello che ci volevano far credere, i reportage, gli speciali,gli editoriali, con cui gran parte della stampa ci raccontava come cresceva la nuova generazione imprenditoriale italiana.

Non mi sono stupito pi? di tanto quando ho sentito che il ragazzo ? stato addirittura il segretario dell?ex Segretario di Stato Usa ?Henry Kissinger, perch? mi ero detto se non ci riesce lui che ? un Agnelli, mentre di contro mi stupiva il fatto che lo avesse accettato uno come Kissinger, un americano doc, votato alla meritocrazia, ma indulgenze dell?et??.in fondo l?amico Segretario di Stato lo ha preso quando era un bel po? in l? con l?eta e non era pi? segretario??forse gi? rimbambito.

Pi? difficile mi riesce spiegare come mai nessuno si sia chiesto, nessuno abbia dubitato o si sia permesso di eccepire se il ragazzo avesse veramente la stoffa.

I dubbi sono diventati certezze quando a pi? riprese ho ascoltato l?inutilit? e la vacuit? dei discorsi e interviste del giovane manager,l?impossibilit? di fare un analisi logica di quei concetti espressi,la sua lotta impari con i congiuntivi.

Poi? la cartina di tornasole della intossicazione da stupefacenti?.

Negli ultimi giorni non ? stato il solo, a quanto pare gli idoli dei giovani, quelli che i media ci propongono sulle cronache mondane e non solo, tessendone le lodi ed esaltandone le presunte qualit?, sembrano essere legati da un drammatico minimo comune denominatore, il vuoto pi? totale di valori, di fede?e di cultura.

Se questi sono i modelli a cui i giovani dovrebbero ispirarsi, gli esempi da emulare,su cui i mezzi di comunicazione di massa puntano i riflettori, allora credo che avremo molto di che preoccuparci per il futuro dei nostri figli. Spegniamo tutto!

I modelli che ci propongono in realt? sono semplici facciate di cartone, curriculum vitae di carta pesta, costruiti anzich? con il sudore, con l?impegno e con il merito, fatti di raccomandazioni, di sbruffonate all?interno di elite ristrette.Ma se questi sono i risultati che le elite rimangano tali e che ci contamino il meno possibile, restino pure chiuse nel loro mondo. Di questa spazzatura non ne vogliamo, ne abbiamo gi? troppa da smaltire.

Ma non veniteci a proporre questi poveri disgraziati come modelli. Al massimo potrebbero fare da scenografia su un set cinematografico, come quei grandi pannelli di cartone, che sembrano palazzi solidi, dietro i quali non c?? nulla o una comparsata in un film di Natale.

Ecco l?aristocrazia industriale del nord, i giovani vincenti, quelli fighi, da emulare, come ci hanno rimbambito in questi anni. Adesso ci diranno che il povero giovane era in preda ad una crisi da troppo lavoro o che era un po? depresso??.come il povero Calissano,ma fateci il piacere!

Ma avete mai visto la gente che non dorme la notte perch? non sa come sfamare i figli,quelli che non arrivano alla fine del mese e nemmeno alla met?, quelli che non hanno una casa,che dormono in cinque in una stanza?

Forza e coraggio non abbiamo nulla da imparare da questi mostri sacri sbattuti in prima pagina,

forse possiamo insegnare loro che le case si fanno di mattoni, uno sull?altro, non di argilla.

?

Gaude Lilium Fortitudo Principum Andevaghensium

?

Don Paolo

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 62 visitatori online
Utenti
20145 registrati
0 oggi
11 questa settimana
1408 questo mese
Totale Visite
11273128 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer