spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

I BUONI E I CATTIVI DEL 1799: I SEI MARTIRI DI CASAMARI NOMINATI BEATI DA PAPA FRANCESCO PDF Stampa E-mail

ImonacimartiridiCasamarisonostatiproclamatiSanti|www.linchiestaquotidiano.it

I BUONI E I CATTIVI DEL 1799. I SEI MARTIRI DI CASAMARI, RICORDATI DA PAPA FRANCESCO, SONO STATI PROCLAMATI BEATI Mentre la cultura ufficiale continua a celebrare le invasioni francesi e napoleoniche del 1799 e del 1806 nel Regno d
i Napoli, il 17 aprile 2021, la Chiesa ha proclamato beati i sei religiosi massacrati dai soldati transalpini nel maggio del 1799. Simeone, Domenico, Albertino, Modesto, Zosimo e Maturino accolsero i militari in ritirata da Napoli e, in cambio, la meravigliosa abbazia fu saccheggiata e profanata e le cronache che raccontano quel massacro fanno ancora rabbrividire tra colpi di sciabola e baionette e corpi fatti a pezzi. Fu questo il 1799: altro che "libertà". Decine i casi di paesi distrutti, di saccheggi, di massacri e di atti anticristiani con incendi di chiese, di profanazione di santi e ostie, di violenze su religiosi e religiose. Oltre 60.000 le vittime di parte napoletana-meridionale-cristiana e borbonica in circa 5 mesi, come attestano le memorie del generale Thiebault. Chi continua a celebrare solo repubblicani e giacobini in fondo disprezza quelle vittime e spesso (classi dirigenti, intellettuali e politici) continua a disprezzare il popolo meridionale con una continuità che mette i brividi come le cronache del tempo... Significativo, infine, un episodio successivo: Casamari fu oggetto di violenze e saccheggi anche nel 1861 ad opera dei piemontesi che "tagliarono braccia ai Crocifissi e la testa alle immagini del S. Bambino" incendiando la farmacia, gli archivi e buona parte dell'abbazia.
E se per altre storie è complicato e inutile dire chi erano i "buoni e chi i cattivi", in questa storia non ci sono dubbi. Non dovrebbero esserci dubbi. Anche in questo giorno di festa per quei nuovi beati.
Gennaro De Crescenzo
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 30 visitatori online
Utenti
22992 registrati
1 oggi
172 questa settimana
2071 questo mese
Totale Visite
14016910 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer