spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

I FALSI STORICI “RISORGIMENTALI”: I 160 ANNI DEL (FALSO) PLEBISCITO PDF Stampa E-mail

PiazzadelPlebiscito-MuseumsinNaples                  

I FALSI STORICI “RISORGIMENTALI”: I 160 ANNI DEL (FALSO) PLEBISCITO. Mentre storici più o meno famosi si accaniscono (inutilmente) nell’analisi di (presunti) falsi “neoborbonici” spesso in maniera maldestra e spesso confermando le notizie… neoborboniche, da oltre un secolo e mezzo gli stessi storici più o meno famosi si “distraggono” sui

(veri) falsi storici che si raccontano anche sui libri di scuola. Uno di questi è certamente legato al “plebiscito” del 21 ottobre 1860 (160 anni esattamente oggi).  E così, mentre qualche accademico ancora parla di “successo e coinvolgimento delle popolazioni” a proposito di quel voto che a Napoli diede anche il nome ad una delle piazze più grandi e più belle d’Italia, nessuno ha dato mai un occhio alle fonti archivistiche e bibliografiche del tempo: votarono meno di due meridionali su dieci e gli “annessionisti” vinsero con il 99,9% dei voti; votarono “il Dittatore, il Prodittatore, i garibaldini d’ogni nazione e lingua, stranieri quanti ne vollero venire, giovincelli imberbi, le donne, la Sangiovannara”, il tutto sotto il controllo della camorra (neo-alleata con dello stato sabaudo e artefice di un attento controllo dei voti per giunta palesi). Mentre scoppiavano i primi fuochi del “brigantaggio” (altro che “sì” al plebiscito), si trattò di una vera e propria farsa che l’ammiraglio inglese Mundy sintetizzò in maniera efficace: “Secondo me un plebiscito a suffragio universale regolato da tali formalità non può essere ritenuto veridica manifestazione dei reali sentimenti di un paese”. PRESTO IN LIBRERIA APPROFONDIMENTI SU QUESTO E ALTRI “FALSI” DEL PASSATO (E DEL PRESENTE)… Gennaro De Crescenzo

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 26 visitatori online
Utenti
21810 registrati
1 oggi
12 questa settimana
2394 questo mese
Totale Visite
13292641 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer