spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

"THE ARMY OF THE KINGDOM OF THE TWO SICILIES": PRESENTAZIONE A NAPOLI DELLA STORIA DELL'ESERCITO PDF Stampa E-mail

Risultatiimmaginiperfarmyofthesicilies

PRESENTAZIONE A NAPOLI DI "THE ARMY OF THE KINGDOM OF THE TWO SICILIES", EDIZIONE IN INGLESE della storia dell'esercito borbonico dell'ammiraglio Mario Montalto, lunedì 10 settembre alle 19 presso la sede della Fondazione Il Giglio a Napoli, via Crispi 36a, con
l'autore, Marina Carrese e Gennaro De Crescenzo. Una scelta editoriale (anche in e-book su Amazon) importante e inedita per chi (anche all'estero) ama la nostra storia... Nell’ottobre 2005 usciva   “L’Esercito delle Due Sicilie”, di Mario Montalto. Il libro, una concisa ma completa storia dell’Esercito borbonico, da Carlo di Borbone alla capitolazione di Gaeta, inaugurava la collana “Le Sensiglie”, dell’Editoriale Il Giglio, una collana di piccoli ed essenziali libri, arricchiti da un inserto centrale di otto immagini, sulle istituzioni del Regno delle Due Sicilie. Negli anni la collana si è arricchita di altri saggi dello stesso ammiraglio Montalto [La Marina delle Due Sicilie (2007), I Cacciatori Napoletani (2009), L’aggressione militare al Regno delle Due Sicilie (2015)] e di Lucio Militano [Le Ferrovie delle Due Sicilie (2013), La Marina Mercantile delle Due Sicilie (2017)]. Oggi “L’Esercito delle Due Sicilie” è uscito nella traduzione inglese (“The Army of the Kingdom of the Two Sicilies”, Editoriale il Giglio, Napoli 2018, traduzione di Beatrice Toniolo, pp. 40 con 8 illustrazioni a colori fuori testo, € 10,00) ed è disponibile anche in eBook sulla piattaforma Amazon.it (€ 5.97) ed Amazon.com ($ 7). “The Army of The Kingdom of the Two Sicilies” verrà presentato ai soci ed agli amici della Fondazione Il Giglio lunedì 10 Settembre, alle 19:00, da Marina Carrese, presidente della Fondazione Il Giglio, e dal prof. Gennaro De Crescenzo, presidente del Movimento Neoborbonico. Sarà presente l’autore.

Le sensiglie erano bandiere reggimentali appartenenti ai Tercios della Napoli ispanica.
Riadottate dalla fanteria dell’Esercito delle Due Sicilie, erano segni distintivi dei tre battaglioni reggimentali. Con questa nuova collana, che presenta testi facilmente fruibili che mettono a disposizione del lettore informazioni altrimenti disperse e difficilmente reperibili, Il Giglio vuole raccogliere la forza simbolica degli antichi stendardi militari per difendere, con lo stesso spirito, la memoria storica delle Due Sicilie.
Il volume che inaugura la collana è dedicato all’Esercito delle Due Sicilie ed è stato scritto dal contrammiraglio Mario Montalto, esperto di storia militare e collaboratore della rivista L’Alfiere.
Il testo ricapitola la storia delle formazioni militari borboniche, da re Carlo a Francesco II, e rievoca gli episodi in cui fu più evidente il valore dei soldati napoletani.
Il contesto. Tra le mille leggende nere sul Regno delle Due Sicilie che si diffusero dopo l’unificazione d’Italia, una delle più durature e, diciamolo, delle più offensive per i Napoletani fu quella sull’esercito di Franceschiello. La definizione, dal chiaro intento caricaturale, voleva evocare l’idea di un esercito formato da soldati infingardi, tutt’altro che ardimentosi e comandati da incapaci. Ovviamente era falso, ma i piemontesi ebbero gioco facile ad imporre la loro opinione, sia perché sono i vincitori a scrivere la storia, ed i manuali scolastici potremmo aggiungere, sia perché la guerra di occupazione l’avevano vinta. Per capire quanto le loro accuse fossero ingiuste, basta pensare che la Real Accademia Militare Nunziatella, nata nel 1787, è ancora oggi una delle più prestigiose scuole militari. Arricchito da 8 bellissime immagini a colori tratte dallo storico volume di Antonio Zezon, il testo ripercorre le tappe fondamentali della costituzione e del continuo sviluppo dell’esercito borbonico, a partire dal re Carlo fino a Francesco II, e rievoca gli episodi in cui più evidente fu il valore e l’onore militare dei Napoletani. L’autore prendendo in esame le tecniche di addestramento dei soldati, la composizione dell’armamento e le scelte tattiche operate in battaglia, arriva alla conclusione che: «L’Esercito borbonico era ben organizzato, addestrato ed armato, fornito di una dottrina militare moderna, di un’ottima organizzazione logistica. Era uno strumento militare estremamente valido ed autosufficiente». Se nel 1860 i piemontesi poterono vincere la guerra, non fu per incapacità o per negligenza dei soldati napoletani, ma solo per «la corrosione ideologica che influenzò i quadri alti e medio alti». Probabilmente, i piemontesi parlando di esercito di Franceschiello avevano in mente non i valorosi soldati napoletani ma quegli ufficiali che essi stessi avevano corrotto, quelli che tradirono la Patria passando dalla parte di chi, poi, li disprezzò.
INFO E ACQUISTI ONLINE SU
editorialeilgiglio.it



< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 34 visitatori online
Utenti
20473 registrati
0 oggi
6 questa settimana
1870 questo mese
Totale Visite
11823733 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer