spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

I BORBONE NEGLI USA DAL PRESIDENTE TRUMP E IN UNA BELLA INTERVISTA SUL PASSATO E SUL FUTURO DEL SUD PDF Stampa E-mail
Immaginecorrelata

I BORBONE NEGLI USA DAL PRESIDENTE TRUMP E IN UNA BELLA INTERVISTA SUL SUD DEL PASSATO (E SUL SUD DEL FUTURO). Una visita importante e significativa quella degli eredi della grande dinastia borbonica (famiglia al completo con il Principe Carlo di Borbone, Capo della Real Casa e Duca di Castro, la moglie, la Principessa Camilla, Duchessa di Castro e le piccole Maria Carolina e Maria Chiara) nella residenza
estiva del presidente Trump, nel segno degli antichi rapporti (il Regno di Napoli fu tra i primi al mondo a riconoscere gli Stati Uniti, milioni gli emigranti meridionali arrivati negli USA...). Oltre ai servizi sui principali giornali del mondo, importanti anche le parole del Principe Carlo e di Camilla in una bella intervista rilasciata alla "Voce di New York" (allegata la sintesi con il link). QUESTIONI MERIDIONALI. La questione meridionale nasce  dopo l’unità, tutte le ricchezze del Meridione furono portate al Nord e  da allora il Sud è visto come un peso... La questione meridionale esiste dentro una cornice che non è quella borbonica, che è invece legata all’unità d’Italia. L'unità ci sarebbe stata lo stesso, forse, ma in un altro modo e forse iniziando da un'altra parte e senza certe  problematiche...  Secondo me tutto questo è gravissimo, peggio di  una guerra: ti ritrovi senza identità, devi vergognarti di essere del Sud, ti chiamano terrone e finisci per scappare dal tuo paese. Una cosa terribile... I meridionali, invece, devono ritornare ad essere fieri, molto fieri di essere meridionali.  IL FUTURO DEL SUD. Al Sud servono identità e dignità. Al Sud servono anche programmi e investimenti. Ci sono capacità e voglia ma non ci sono i mezzi... Da 25 anni esistono movimenti neoborbonici e oggi hanno un certo fascino per ritrovare l'identità. Pensiamo anche al libro di Pino Aprile che ha avuto molto successo (si parla dei crimini al Sud da parte dell’esercito unitario): oltre 20 anni fa abbiamo ricominciato un discorso per la verità storica ed è arrivato ad un buon punto ma c’è ancora molto da fare. Pensiamo soltanto al termine 'borbonico' usato in senso negativo nei dizionari... Napoli, fino all’Ottocento, era una capitale europea importante, una città industriale...  La verità storica serve a ridare alla gente la sua identità perduta e questo darebbe forza e coraggio alle persone per migliorare. Ma se non c’è una volontà politica tutto risulta vano... sono passati tanti anni ma più passa il tempo e più sarà difficile riparare questi torti. Senza il rilancio del Sud è tutta l’Italia a essere penalizzata e a rischiare di non agganciare la ripresa. Colmare i ritardi è fondamentale. I popoli del Sud hanno tutte le risorse morali e intellettuali per rinascere. Si tratta di creare le condizioni perché le qualità del Mezzogiorno possano tornare a produrre i loro frutti come in un passato lontano ma non remoto. Bisogna restituire al Sud la libertà di esprimere le proprie eccellenze. La questione meridionale, in fondo, significa questo. Serve una burocrazia più efficiente che lavori nell’interesse collettivo. Serve un piano di investimenti, una strategia per il Mezzogiorno, specie nelle infrastrutture che un tempo erano il nostro fiore all’occhiello... Servono nuovi programmi scolastici e anche conferenze, libri e nuovi corsi di storia...  EMIGRAZIONE Fino al 1860, dal Meridione, dalla Sicilia, non c’era stata emigrazione: dopo il 1860 milioni di persone partono e inizia una diaspora che continua per anni...  Un bruttissimo segno quello dell’emigrazione. Dal Meridione poi sono andati via anche tantissimi cervelli e tante persone che avrebbero arricchito il paese... Non credo che nessuno voglia andar via da Napoli o da Palermo senza le lacrime. Ma l’avvenire per i figli era altrove e sono stati costretti ad andar via. Un fatto terribile... L'appello finale è rivolto soprattutto a tutti quelli che hanno avuto prima la sfortuna di dover partire ma poi l’opportunità di realizzarsi in America e di creare delle realtà importanti: non dimentichino l’Italia e soprattutto il Meridione e facciano qualcosa per aiutarlo a tirarsi su. I BORBONE OGGI. "La nostra Casa Reale è radicata nel meridione. Esprime la grande cultura, politica e amministrativa dei Borbone, che per lunghi tratti di storia sono stati sinonimo di amministrazione efficiente, buon governo, mecenatismo, innovazione e opere di bene. Io non ho la bacchetta magica ma andrebbero valorizzati meglio, ad esempio, il mare e la cultura... penso alla Reggia di Caserta"... I Borbone per la riscossa del meridione? "Se io effettivamente capissi che potrei contribuire al cambiamento in Italia -dichiara Camilla- mi lancerei. Sono dispiaciuta di vedere ancora certe problematiche meridionali". E lei principe? Sarebbe d’accordo o frenerebbe la principessa? Sorride Carlo e mi dice soltanto: “Vedremo... Oggi in tanti conoscono la storia. Oggi però è importante che i valori dei Borbone del passato vengano non solo custoditi e preservati ma portati avanti. Che siano riscoperti e consegnati all’attualità. Questo è il compito che spetta a noi custodi e continuatori di quella tradizione, più che soltanto ‘eredi'".
Intervista di Stefano Vaccaro su "La voce di New York" (17/3/18).

 

https://www.lavocedinewyork.com/news/primo-piano/2018/03/17/carlo-e-camilla-da-new-york-alla-riscossa-per-il-meridione-ditalia/


  14.00 Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin-top:0cm; mso-para-margin-right:0cm; mso-para-margin-bottom:10.0pt; mso-para-margin-left:0cm; line-height:115%; mso-pagination:widow-orphan; font-size:11.0pt; font-family:"Calibri","sans-serif"; mso-ascii-font-family:Calibri; mso-ascii-theme-font:minor-latin; mso-hansi-font-family:Calibri; mso-hansi-theme-font:minor-latin; mso-bidi-font-family:"Times New Roman"; mso-bidi-theme-font:minor-bidi; mso-fareast-language:EN-US;}
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 66 visitatori online
Utenti
20314 registrati
0 oggi
4 questa settimana
1696 questo mese
Totale Visite
11492374 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer