spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

FENESTRELLE: LA RAI OFFENDE LA NOSTRA MEMORIA STORICA, I SOLDATI DELLE DUE SICILIE (E LA LOGICA!) PDF Stampa E-mail

Risultatiimmaginipervoyagerrai

FENESTRELLE: LA RAI OFFENDE LA NOSTRA MEMORIA STORICA, I SOLDATI DELLE DUE SICILIE (E LA LOGICA!). Durante la puntata di Voyager dedicata alla fortezza di Fenestrelle (Rai Due 18/12/17 in prima serata) alcune affermazioni hanno offeso memoria, verità e logica. "Documenti ritrovati
negli archivi sabaudi" avrebbero dimostrato, secondo la fantasiosa ricostruzione della Rai, che "centinaia, migliaia di soldati borbonici" non furono trattati male e non soffrirono freddo e punizioni ma furono portati lì per essere "rifocillati e addestrati e per entrare nell'esercito italiano e... mangiarono anche bene!". Un luogo, in sintesi, definito addirittura "fantastico". Abbiamo inviato alla redazione e a Roberto Giacobbo qualche domanda (link allegato per inviare le vostre osservazioni).
1) In quale documento risulta la trasformazione di Fenestrelle da "carcere durissimo" (lo ha detto la vostra stessa trasmissione a proposito della trasformazione napoleonica da fortezza a prigione) ad albergo e ristorante per "rifocillare" e far "mangiare bene" gli "ospiti"?
2) Quale logica può sostenere la tesi secondo la quale Fenestrelle, sede del corpo "punitivo" dei Cacciatori Franchi, a circa 2000 metri e ritenuto storicamente e letterariamente un luogo terribile, un luogo di "addestramento" militare?
3) Quale tragicomica lettura vi ha spinti a pensare che quello potesse essere un luogo per "rifocillare" i soldati borbonici dopo averli deportati a migliaia di chilometri dalle loro case e dopo marce di centinaia di chilometri a piedi magari con le divise estive in un carcere magari senza i vetri alle finestre, dove erano in uso “catene, rasatura, catene da 6 a 18 maglie, bastonature e banchi di rigore” e
con una percentuale di mortalità intorno al 19% in condizioni ordinarie?
4) Se la vostra fonte è Alessandro Barbero, potete chiedergli come mai da oltre due anni non risponde alle domande in gran parte "archivistiche" (allegate) che gli ha posto il sottoscritto sia in un libro che in un pubblico confronto?
5) Prima di affrontate temi così delicati e complessi, non sarebbe il caso di documentarsi meglio evitando di offendere la memoria storica e quanti la amano (e che, a centinaia, in queste ore ci/vi stanno scrivendo indignati)?
A disposizione per (altre) fonti e chiarimenti.
Prof. Gennaro De Crescenzo

Link per messaggi
https://www.facebook.com/Voyager-206775842754200/

AGGIORNAMENTO: VOYAGER RINGRAZIA I TANTI CHE HANNO COMMENTATO (E PROTESTATO) e promette di intervenire in maniera più articolata sul tema: gli abbiamo inviato copia del nostro libro di Gennaro De Crescenzo "IL SUD DALLA BORBONIA FELIX AL CARCERE DI FENESTRELLE" con ricerche e documenti che dimostrano l'inconsistenza delle tesi di Barbero (e di Voyager).

FENESTRELLE E LE FONTI ARCHIVISTICHE: LE DOMANDE A CUI BARBERO NON HA (MAI) RISPOSTO
1) E’ vero che ha dichiarato chiusa la questione dei soldati delle Due Sicilie consultando solo 65 unità archivistiche delle 2773 presenti sul tema solo all’Archivio di Torino?
2) E’ vero che ha consultato solo i documenti dell’Archivio di Torino e, in tutto, 1 mazzo all’Archivio di Alessandria, una decina a Roma e 1 a Pinerolo?
3) E’ vero che ha consultato i documenti solo tra il 1860 (in parte) e il 1862 (in parte)?
4) E' vero che negli archivi anche molto più recenti gran parte dei documenti che si ricercano non si trovano più?
5) E’ vero che a Fenestrelle erano in uso “catene, rasatura, catene da 6 a 18 maglie, bastonature e banchi di rigore”?
6) E’ vero che tra il 1860 e gli anni successivi furono portate a Fenestrelle diverse migliaia di soldati meridionali ("oltre 40.000" per il museo dei Carabinieri di Roma)?
7) E’ vero che furono deportati al Nord (a Fenestrelle e altrove) non meno di 60.000 soldati meridionali, che nella stragrande maggioranza dei casi non vollero “passare al nemico” e che la percentuale di morti nelle carceri del Piemonte in quegli anni era del 20%?
Quando si trattano argomenti così delicati e complessi bisognerebbe essere prudenti e obiettivi.
RISPETTO PER LA NOSTRA MEMORIA STORICA!
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 48 visitatori online
Utenti
20407 registrati
0 oggi
6 questa settimana
2009 questo mese
Totale Visite
11692278 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer