spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

10.000 SÌ PER IL GIORNO DELLA MEMORIA! PDF Stampa E-mail

L'immaginepuòcontenere:unaopiùpersoneesMS
10.000 SÌ PER IL GIORNO DELLA MEMORIA! Oltre 10.000 persone vogliono che sia celebrato un giorno della memoria per le vittime meridionali dell'unità d'Italia. Oltre mille, invece, vogliono impedire che venga celebrato. Non era una gara (si tratta di memoria e la memoria è

una cosa seria) ma se in 35 giorni siamo stati in grado quasi di decuplicare le firme degli accademici "aiutati" da tv&giornali (intere paginate per giorni) e dai loro studenti (prima e dopo gli esami), qualcosa vorrà pur dire (mi pare che si chiami democrazia e chi viene -addirittura- quasi decuplicato in genere si dice che ha perso). Del resto diventerebbe comico/patetico chi (ora) attribuisse una qualità maggiore alle firme accademiche ("pochi ma buoni" ecc.ecc.). Del resto sono stati diversi gli accademici che non si sono allineati agli "antimemoriani" (diversi anche quelli che hanno giudicato positivamente il giorno della memoria!). Del resto stavolta "hanno iniziato loro" è la pura verità: sono stati loro (gli accademici) ad opporsi al voto quasi unanime (e trasversale!) dei consigli regionali sulla mozione proposta dal M5S. Sono stati loro ad avviare (poco accademicamente) quella raccolta di firme contro quel voto (democratico) sulla piattaforma di change e con la vanità di presentarne (appena) 1200 al governatore pugliese in una apposita e trionfalistica conferenza stampa. Ovvio che si tratti (per loro e per noi) di una petizione simbolico- virtuale ma è altrettanto ovvio che (di questi tempi) non sono tanti quelli disposti a mettere una firma sotto qualsiasi tipo di richiesta seria come questa. E allora dobbiamo ringraziare quei 10.000 e quanti (da fronti diversi) si sono impegnati e si stanno impegnando per questa petizione (ancora aperta!): un battaglione compatto, una curva stracolma di un grande stadio, una piazza gremita, una lunghissima fila di persone tutte pronte a dare un segnale forte e chiaro a chi vorrebbe impedire che si racconti (dopo 150 anni!) una storia (finalmente) diversa da quella che ci hanno raccontato per troppo tempo gli storici (autoproclamatisi) "ufficiali". Ma (Regioni, Comuni o meno), noi continueremo a celebrare il giorno della memoria dei meridionali massacrati, fucilati, incarcerati, derubati o deportati da quel 13 febbraio 1861 come facciamo da anni. E lo faremo, però, sapendo di avere con noi 10.000 compagni di viaggio e di orgoglio. E lo faremo senza chiudere le nostre porte. Neanche di fronte a chi vorrebbe impedircelo (e ha perso -clamorosamente- il "referendum" sulla memoria!)...
GDC
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 58 visitatori online
Utenti
20018 registrati
3 oggi
10 questa settimana
1671 questo mese
Totale Visite
11049941 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer