spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

"BRAVATE" E PETARDI "GIOIOSI" UCCISERO (E UCCIDONO) IL POVERO CIRO ESPOSITO PDF Stampa E-mail

Risultatiimmaginiperciroespositoeroe

La Corte di Appello di Roma ha ridotto da 26 a 16 anni gli anni di detenzione per Daniele De Santis, il tifoso romanista assassino del povero Ciro Esposito. Leggendo le motivazioni vengono fuori dei dati davvero sconcertanti. 1) L'azione che procurò la tragedia viene definita tre

volte "bravata" (come si può commentare questa definizione se non la parola "vergogna"?); 2) l'assassino sarebbe diventato "insofferente per la presenza di tanti tifosi napoletani" (effettivamente erano tanti: peccato che fosse una finale di coppa ed in finale a Roma -una città italiana- c'era il Napoli); 3) l'assassino lanciava petardi (su di loro!) "alcuni gioiosamente" (nessun commento); 4) tutto è sintetizzato in una azione che viene qualificata semplicemente come "dimostrativa" (e di cosa? Della possibilità che se qualcuno gira per Roma con una bandiera del Napoli qualcun altro ha il diritto di ammazzarlo?). Resta il fatto che un soggetto capace di intendere e di volere scende da casa con una pistola carica e con i guanti, si lancia contro i (numerosissimi) tifosi napoletani solo in quanto napoletani (ed è difficile pensare ad altri sei soggetti passati lì per caso), spara per uccidere e uccide chi era accorso lì solo per difendere gli altri. Quegli sconti di pena e queste motivazioni uccidono per la seconda volta Ciro Esposito, la sua famiglia, i tifosi napoletani e chi crede (ancora) nella giustizia. #siamotutticiroesposito #cirovive
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 82 visitatori online
Utenti
19917 registrati
0 oggi
3 questa settimana
2114 questo mese
Totale Visite
10904321 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer