spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

DIALOGO SURREALE TRA UN ACCADEMICO CON PATENTE DI STORICO E UN NEOBORBONICO (SENZA PATENTE) PDF Stampa E-mail

Risultatiimmaginipercardinaleruffo

DIALOGO SURREALE TRA UN ACCADEMICO CON PATENTE DI STORICO E UN NEOBORBONICO (SENZA PATENTE). Allegato il botta e risposta pubblicato su sinitrainrete.info dopo la pubblicazione dell'articolo del
del prof. Carlo Spagnolo sul giorno della memoria.
SPAGNOLO 1. Nemmeno si riconosce la complessità della successiva vicenda dei “briganti”, la differenza tra i soldati filoborbonici capitanati da Ruffo, i reduci garibaldini"...
DE CRESCENZO 1
Ma abbiamo capito bene? Non è chiara per noi la forma o veramente il prof in questione inserisce “nella complessità della successiva [successiva al 1860] vicenda dei briganti” addirittura “i soldati filoborbonici capitanati da Ruffo” [morto 33 anni prima del 1860 e -se fosse vera la tesi- durante l'impresa avrebbe vantato oltre 116 anni]? Davvero non ricorda che quelli di Ruffo (nel 1799!) non erano "soldati filoborbonici" ma volontari antifrancesi organizzati da Ruffo dopo i massacri subiti in circa 5 mesi (oltre 60.000 vittime).
SPAGNOLO 2
I Ruffo contribuirono al finanziamento delle bande dei "briganti" dopo la caduta della monarchia borbonica, con l'idea di restaurarla. Il principe Ruffo fu tra i coordinatori a Parigi delle operazioni militari nel 1861-63, mentre il defunto card. ruffo che aveva capitanato la lotta antigiacobina venne preso a modello della 'resistenza' legittimista.
DE CRESCENZO 2
Caro prof, ma non era meglio dichiarare che quel passaggio del suo articolo (quei "soldati filoborbonici capitanati dal Ruffo" riferiti al brigantaggio post-unitario) non era molto "felice" invece di cercare strane giustificazioni? Se lei, infatti, si fosse riferito alla "famiglia Ruffo che finanziava e coordinava [!] i briganti", avrebbe scritto "finanziata DAI Ruffo" e non "capitanata" per giunta "DAL Ruffo" (in famiglia quello famoso che "capitanava" era Fabrizio, il Cardinale del 1799 e non altri!). Trattasi di questione logico-grammaticale e non storiografica.

ALLEGATA LA RISPOSTA COMPLETA (dal sito sinitrainrete.info)

QUEL RUFFO ANTISABAUDO ALLA BELLA ETÀ DI 116 ANNI (E IL PROF PEGGIORA LA SITUAZIONE)... Su sinistrainrete l'articolo del prof. Carlo Spagnolo (Università di Bari, quella delle firme per impedire il giorno della memoria al Sud) ci aveva sorpresi soprattutto per una grande "stranezza" relativa ai fatti dal 1799 al 1861... La sua replica alla mia nota peggiora la (sua) situazione. Ecco la mia controreplica con un commento che posso sintetizzare in 3 lettere: MAH (e qualcuno accusa i "revisionisti" di non avere la patente di storici...).
Gentile prof. Spagnolo, in premessa: se "non entra nel merito dei commenti" ora, quando potrebbe/vorrebbe mai tornarci? Così conferma solo i dubbi che ormai in tanti hanno sugli accademici e cioè che non gli convenga entrare nel merito rifugiandosi in generiche e astratte teorie. Entriamo nel merito: 1) Non era meglio dichiarare che quel passaggio del suo articolo (quei "soldati filoborbonici capitanati dal Ruffo" riferiti al brigantaggio post-unitario) non era molto "felice" invece di cercare strane giustificazioni? Se lei, infatti, si fosse riferito alla "famiglia Ruffo che finanziava e coordinava [!] i briganti", avrebbe scritto "FINANZIATA" "DAI Ruffo" e non "capitanata" per giunta "DAL Ruffo" (in famiglia quello famoso che "capitanava" era Fabrizio, il Cardinale del 1799 e non altri!). Trattasi di questione logico-grammaticale e non storiografica.
2) I fucilati di Bronte non erano "borbonici"? E chi ha scritto il contrario? Dovrebbero essere annoverati, però, tra le vittime meridionali dell'unità d'Italia in quanto fucilate dai padri della patria italiana (Bixio/Garibaldi) e non prima e non da altri. PS È il Macry che lei cita a definire "la parte peggiore della società siciliana" quella che aderì al "partito" garibaldino e ormai sono in pochi a puntare sulla tesi della Sicilia tutta antiborbonica...
3) Nessuno parla di ragioni o torti ma di verità e giustizia dopo 150 anni perchè per 150 anni è stata ricordata e celebrata solo la parte dei "vincitori" giudicata "dalla parte della ragione" (e allora le/vi stava bene che si dividesse il mondo in buoni e cattivi?). 4) Alla teoria del "crollo interno del Regno non credeva neanche Croce che attribuiva ad un "trauma esterno" (leggasi "invasione") quel crollo. Lei continua a crederci?
5) A lei risulta una "subalternità delle masse" in epoca borbonica? A noi risulta che quelle masse con i Borbone sopravvivevano nella loro patria, non erano costrette ad emigrare e non venivano massacrate come durante l'unificazione. 6) Nessuno vuole "celebrare i Borbone" ma solo far conoscere a tutti com'è avvenuta e a vantaggio di chi l'unificazione e nessuno vuole dividere l'Italia. L'obiettivo è proprio il contrario: unirla nella verità per assicurare quello che in 150 anni (per le colpe di classi dirigenti complici e dei loro "formatori") non abbiamo assicurato ai nostri giovani perché da 150 anni hanno la metà dei diritti, del lavoro, dei servizi e delle speranze di quelli del resto dell'Italia e dell'Europa. E questo non mi sembra né "di sinistra" e neanche di destra o di centro... Semplicemente non mi sembra giusto. Tutto qui. Cortesi saluti. Prof. Gennaro De Crescenzo
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 57 visitatori online
Utenti
20403 registrati
0 oggi
2 questa settimana
2005 questo mese
Totale Visite
11681756 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer