spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

13 FEBBRAIO: GIORNATA DELLA MEMORIA PER I POPOLI DELLE DUE SICILIE PDF Stampa E-mail

L'immaginepuòcontenere:sMS
IL 13 FEBBRAIO SARA’ IL GIORNO PER LA MEMORIA DEI POPOLI DELLE DUE SICILIE! PINO APRILE: “In sei regioni del Sud verrà presentata una mozione perché il 13 di febbraio diventi il
giorno della memoria del genocidio che è stato compiuto. Voglio vedere se avranno il coraggio di bocciare la proposta” (IL MESSAGGERO, 12/2/17)

Dall'11 al 13 febbraio, a Gaeta, sarà celebrata la Giornata della Memoria per i Popoli delle Due Sicilie. La data, scelta da anni da numerosi gruppi neoborbonici. borbonici, duosiciliani e identitari, "ratificata" con la proposta di Antonio Pulcrano sempre a Gaeta nel 2016, è quella del 13 febbraio per
ricordare la fine dell'assedio di Gaeta e del Regno delle Due Sicilie (13 febbraio 1861) e con la finalità di ricordare anche le tante (e finora dimenticate) vittime del'unificazione italiana.

Proprio da Gaeta e in quei giorni possiamo iniziare a riscrivere, con la Memoria e con l'Orgoglio, una nuova storia per quelli che un tempo furono i gloriosi popoli delle Due Sicilie. Appuntamento a Gaeta dal 10 al 12 febbraio (sabato 11 ore 14.00, "un mattone e un fiore", posa della prima pietra del Monumento per la Memoria). Programma dettagliato sul sito neoborbonici.it

"Massacrati, deportati come soldati e come civili, arrestati, licenziati e poi emigranti… Si tratta di centinaia di migliaia di persone (e poi milioni quando diventiamo emigranti) in gran parte giovani e in meno di dieci anni. Che cosa resta? Resta un popolo dimezzato nelle cifre e nelle aspirazioni, nei progetti e nelle speranze. Conoscete un altro popolo nel mondo che (senza che nessuno lo abbia mai riconosciuto) per tanto tempo e per tante persone abbia subito un trattamento simile? Questo ci spiega perché è così complicato ritrovare la strada di un riscatto. Questo ci spiega perché è così necessario continuare il nostro lavoro di ricostruzione di verità storica, identità e orgoglio. Questo ci spiega perché i risultati finora raggiunti in questo lavoro e i segnali di vita, di rabbia e di speranza che i popoli dell’ex Regno delle Due Sicilie continuano a dare sono quasi miracolosi, piaccia o no a qualcuno. Ed è quasi un miracolo che ancora esista questo popolo e che magari, a poco a poco, stia riacquistando la sua memoria e anche le sue aspirazioni e le sue speranze" (Gennaro De Crescenzo, "Noi, i neoborbonici", 2016). Il 13 febbraio finì, a Gaeta, la storia del Regno delle Due Sicilie. Ricominciamo, da Gaeta, a scrivere una nuova storia!

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 45 visitatori online
Utenti
19621 registrati
1 oggi
1 questa settimana
1650 questo mese
Totale Visite
10673411 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer