spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow IO MI RICORDO

IO MI RICORDO PDF Stampa E-mail

IO MI RICORDO!

Sono nato a Napoli, da genitori napoletani; ho vissuto le infinite bellezze e amarezze di questa citt?, sempre amandola profondamente, mai cercando di sfruttarla per qualche verso e cercando invece di trovare quello che di buono ? nascosto in ogni sua espressione scaturita da civilt? plurimillenaria.
Tra pochi giorni un Parlamento senza memoria storica pemetter? al principe Vittorio Emanuele? di Savoia di tornare in Italia. Come egli ha dichiarato lo vorr? fare da Napoli., anche per restarci . Se costui fosse, come prima,? un qualsiasi cittadino straniero, sarebbe un altro di quelli che rendono omaggio alla nostra citt? eleggendola come loro sede ideale di residenza. Ma il savoiardo pretendente al trono? d'Italia non deve permettersi questo! Torni pure in Italia da una qualsiasi citt? del centro-nord ma non del sud, e tanto meno da Napoli!
Dopo 141 anni di lavaggio del cervello in campo storico e di conseguente perdita di identit? dei Meridionali, gli artefici di tali nefandezze imperdonabili non possono sentirsi sicuri che hanno avuto completamente successo. Mentre per tanti la notizia significa semplicemente quanto detto prima per lo straniero, per tanti altri (che il destino ha voluto preservare dall'obnubilamento storico) essa fa fremere le vene e i polsi. Come a me, loro emblematico rappresentante.
Dopo aver scavato negli archivi storici e nella memoria del popolo a cui appartengo, io incomincio a ricordarmi.....
Io mi ricordo di uno stato ricco e felice, il Regno delle Due Sicilie (il pi? grande d'Italia e fra i primi d'Europa) che non conosceva guerre, disoccupazione e emigrazione.
Io mi ricordo di uno staterello pagato da finanziatori interessati, il Regno di Piemonte sotto la dinastia Savoia, che, senza dichiarazione di guerra, lo invase con l'inganno e la corruzione. Quando fu smascherato dal popolo lo massacr? con una ferocia ed una determinazione terribili: centinaia di migliaia di civili furono uccisi, interi paesi (come Pontelandolfo, Casalduni, Auletta) furono rasi al suolo con lo scempio delle cose e degli abitanti.
Io mi ricordo, dopo l'immane flagello dell'invasione, di un esodo superiore anche a quello degli Ebrei, che sparse il seme meridionale in tutto il mondo: in poco pi? di 40 anni oltre 5 milioni (cio? quasi la met? della popolazione attiva) furono costretti a lasciare tutto quello che possedevano avendo i Savoia reso la loro vita impossibile con tasse e vessazioni di ogni genere.
Io mi ricordo di un Re Savoia che ordin? la conquista dello stato della Chiesa nel 1870 e la scomunica che lo colp? quale nemico del Papa e quindi dell'Umanit?.
Io mi ricordo del 1915 quando i Savoia per completare le loro conquiste nel Nord? formarono un esercito di 1 milione di baionette? e per premiare i 500mila forniti dal Sud li mandarono indefettibilmente al massacro in prima linea per tutta la durata della guerra.
Io mi ricordo dei Savoia nella tempesta politico-militare del 1943 quando l'unica cosa che pensarono di salvare fu la loro pelle e i nostri denari portando l'una e gli altri oltre le linee degli invasori anglo-americani.
Io mi ricordo che questa Casa Reale in tutta la sua storia si schier?, al momento pi? opportuno, dalla parte del sicuro vincitore, tradendo senza alcuna remora gli alleati.
Io mi ricordo che i Savoia furono forzatamente scacciati dall'Italia nel dopo-guerra per la loro indegnit? a rappresentarla e, anche nel meritato esilio, non si segnalarono se non per qualche gesto poco edificante, come scandalosi intrighi d'alcova, sparatorie tanto pi? gravi perch? per futili motivi, coinvolgimenti in traffici d'armi.
Ora, pi? che mai, io non dimentico; io mi ricordo e noto un legame tra Vittorio Emanuele II (Re d'Italia con lo stesso titolo che aveva come Re del piccolo Piemonte!) e l'attuale Vittorio Emanuele (che la piaggeria dell'informazione gi? appella IV!!!) che ? l'unica linea di tendenza ultrasecolare della politica sabauda: il danneggiamento infinito e sistematico dei Meridionali!
Con quale faccia allora desiderare di rientrare proprio da Napoli, chiamata addirittura la "mia" citt?? Se trovo un altro napoletano come me, e lui un altro ancora ed ancora; faremo in modo che quel giorno? il principe savoiardo non trover? nemmeno il posto per poggiare il suo augusto piede perch? saremo tutti schierati davanti a lui a gridare terribilmente: "IO MI RICORDO"!

?

Vincenzo Gul?
Vice Presidente del
Movimento Neoborbonico

?

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 57 visitatori online
Utenti
20267 registrati
0 oggi
4 questa settimana
1522 questo mese
Totale Visite
11425083 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer