spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

UN ALTRO GIORNO DELLA MEMORIA PDF Stampa E-mail

GIORNO DELLA MEMORIA PER I GIUDEI: A QUANDO QUELLO PER I DUOSICILIANI?

Oggi, 27 gennaio, l’intellighenzia ha decretato essere IL GIORNO DELLA MEMORIA, vale a dire la giornata per antonomasia in cui ricordare l’eccidio degli Ebrei  nella II guerra mondiale (il cui numero è sotto forte critica variando da  milioni a qualche centinaia di migliaia…).  Con la premessa  che i crimini contro l’umanità vanno sempre assolutamente condannati e rammentati per essere espulsi dai comportamenti dei poteri forti, a un neoborbonico vengono spontanee queste considerazioni.

 

Innanzitutto, è fondamentale celebrare le vicende storiche tristi o liete dei propri antenati perché è doveroso verso di essi che ci hanno lasciato messaggi chiari e intenzionali al fine di migliorarci, essendo noi geneticamente simili a loro. In secondo luogo, è per lo meno strano che alcuni avvenimenti violenti verso le masse siano continuamente ricordati fino alla saturazione e con toni spesso volutamente esagerati cercando pertinacemente di raggiungere chiunque, mentre altri (anche di maggiore entità) siano totalmente dimenticati o alla portata di una élite a cui sistematicamente si proibisce di fatto la divulgazione.

Quando tempo dobbiamo ancora attendere per poter parlare in maniera adeguata a tutti i discendenti meridionali sparsi nel mondo delle orrende e celate violenze subite dalla Rivoluzione?            

Le centinaia di migliaia (forse il 10% della popolazione, cioè la metà degli uomini in grado di imbracciare un ‘arma!) di ammazzati  dagli invasori sabaudi tra il 1860 e il 1870 gridano tuttora vendetta storica e mnemonica essendo stati marchiati con il nome di briganti e gettati nel dimenticatoio istituzionale. Per loro pretendiamo da tutti  quelli (di buona o cattiva volontà) che  hanno qualche potere,  di poter organizzare un GRANDE GIORNO DELLA MEMORIA PER I NOSTRI ANTENATI.

La fine di gennaio ricorda l’apertura dei lager nazisti in cui furono sterminati Giudei. Gli ignoranti non sanno che nello stesso periodo di 109 anni fa decine di migliaia di Napolitani erano freddati dalle truppe d’invasione francesi apportatrici di…liberté. Gli ignoranti non sanno che i primi lager della storia furono quelli di Fenestrellle, Alessandria, Lombardore ecc. in cui fu risolta con lo sterminio la questione dei soldati borbonici e papalini, indomabili contestatori dell’usurpatore Savoia. Gli ignoranti non sanno che i cicli storici cambiano e la Verità trionfa al momento in cui meno se l’aspettano….

Il sanfedista

 

 

< Prec.
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 38 visitatori online
Utenti
20403 registrati
0 oggi
2 questa settimana
2005 questo mese
Totale Visite
11686558 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer