spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow PENSO POSITIVO

PENSO POSITIVO PDF Stampa E-mail


A) Perchè anche se Alberto Angela non ha fatto "o miracolo"

di raccontare la verità tutta intera come piace a noi... d'

altra parte nelle battaglie ideologiche non si fanno

prigionieri nè si concedono amnistie, e sappiamo che stiamo

combattendo contro l' ideologia giacobina

b) perchè dopo l' apparizione di bandiere borboniche in

teatro all' anteprima dello spettacolo, e di persone disposte

a dichiararsi neoborbonici, certi opinion makers saranno

costretti ad informarsi meglio prima di parlare...

c) perchè non dimenticherò mai più la faccia inebetita di

Angela junior quando ci siamo definiti neoborbonici...

d) perchè l' impostazione di fondo del programma può essere

accettabile, per il riconoscimento dei primati civili e

tecnologici del regno delle  Due Sicilie, sebbene rimane la

perplessità sulla presentazione delle condizioni del popolo

rappresentato in tristi condizioni, privato di libertà

politica ed in miserevoli condizioni economiche... ma d'

altra parte non ci risulta che il signor Angela sia un

neoborbonico;

e) perchè gli autori del documentario hanno voluto poi

glissare sulla spedizione garibaldesca, l' intervento

piemontese e la resistenza popolare, eventi liquidati in

blocco in meno di un minuto rinunciando prudentemente ad ogni

obsoleta elebrazione epica.


f) perchè l' ignaro spettatore meridionale, scoprirà

innegabilmente dei primati della sua terra, interessandosi ad

approfondire i temi trattati;

g) perchè i neofiti del neoborbonismo pieni di sacro e giusto

furore giudicheranno questo documentario una "arrepassata" o

"cannacca" come si dice a Napoli e provincia, dimenticando

che un "viaggio di mille miglia comincia con un passo" e si

incazzeranno  ulteriormente;

h) perchè gli studiosi e i neoborbonici più navigati

noteranno le inverosimili "libertà artistiche" degli autori

del programma, che potrebbero costituire materiale di

ulteriore ricerca documentale per i neoborbonici, per

contrastare in futuro simili argomentazioni di cui segue

elenco:

0) Carlo III, presentato come giovane che "parlava con l'

accento del nord" appartenente sì ai Borbone ma di Parma...

ricostruisce il regno "dopo il disastro della dominazione

spagnola" ????

1) le inquadrature di braccianti intenti al lavoro mostravano

quasi sempre bambini e donne con lividi in volto...

2) "assenza di medici per le classi popolari"

3) "scolarizzazione inesistente" per le classi popolari

4) donne in piedi a servire o in cucina e solo gli uomini

seduti a tavola..

5) braccianti che dormivano ammassati l'uno sull' altro in

promiscuità nelle masserie del Salento.

6) La masseria definita come fabbrica, e la voluta omissione

di opifici meccanici importanti come Pietrarsa, dallo stesso

Angela già citato in altri programmi TV... 

7) l' inverosimile storia delle ceramiche di Capodimonte

volute da Carlo III, che importò conoscenze tecniche e operai

da Maissen (Sassonia) "corrompendo a caro prezzo quelle

maestranze"... ; lo smantellamento della fabbrica e la

distruzione dei forni dopo la partenza di Carlo III per la

Spagna, la ricostruzione della fabbrica da parte di

Ferdinando,... ma "non sarà più la stessa cosa"   ????

8) Il Grand Tour che attirava anche avventurieri come Lord

Byron attratti dalle "avventure erotiche".... come se il sud

fosse il Brasile di oggi ?????

9) Ferdinando IV che "poichè era di gracile costituzione si

dedicava a caccia e pesca fin da giovane" tralasciando gli

impegni ufficiali di governo e lasciando il governo a Maria

Carolina..

10) La colonia di San Leucio costituita con abitanti

provenienti da piemonte, liguria, toscana ...????

11) Dopo la rivoluzione francese a Napoli era proibito

vendere e leggere libri in francese ma il "vento della

rivoluzione era inarrestabile"... dimenticando che l'

esercito francese invasore quella rivoluzione l' aveva

portato con le armi !!!

12) "dopo Ferdinando I successe Ferdinando II" ??? qui non ci

siamo proprio !!!

13) le prigioni borboniche che non erano un luogo di

villeggiatura... e dove si campava solo di vino annacquato

dai carcerieri corrotti ..

14) I "100 martiri della rivoluzione partenopea giustiziati

rimangiando le promesse di liberazione".. la responsabilità

fu degli inglesi e dell' ammiraglio Nelson in particolare!!!

15) Un frate francescano che impone l' elemosina ad un

pescatore per il suo convento in nome di San Francesco....

16) Sorprende che il treno simbolo del progresso e della

velocità sia nato prima a Napoli, capitale immobile...

17) Garibaldini "sbarcano e risalgono la penisola fino a

Napoli" ... "rabbia e frustrazione del popolo" da cui il

brigantaggio..

18) La concorrenza con "il triangolo industriale del nord"

avrebbe rovinato il sud... Il triangolo industriale è nato

molto dopo l' unità !!

 

Francesco del. RE

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 127 visitatori online
Utenti
20079 registrati
0 oggi
0 questa settimana
1421 questo mese
Totale Visite
11145238 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer