spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow DE SUI IPSIUS ET MULTORUM ALIORUM IGNORANTIA

DE SUI IPSIUS ET MULTORUM ALIORUM IGNORANTIA PDF Stampa E-mail

(...) "e il Veneto fu graziosamente passato all'Italia nel 1866 dalla Prussia, vittoriosa sull'Austria, e con cui eravamo alleati. Garibaldi dunque non c'entra nulla, ha fatto tutto l'ignoranza a ruota libera del capo della Lega."
Dal "Calendario di Galli della Loggia", sul sito del corriere

E sì! È proprio il caso di citare il titolo di quell'operetta in lingua latina che il Petrarca scrisse in risposta ad alcuni filosofi averroisti che l'avevano tacciato d'ignoranza. Titolo che in italiano suona:"Sulla propria ignoranza e su quella di molti altri".
E sì, caro Galli Della Loggia!... E questo perché la Storia (quella vera) racconta che a "girare" il Veneto all'Italia furono i Francesi (nella persona di un forse imbarazzato Napoleone III).
Sono d'accordo con Lei sull'ignoranza "a ruota libera" di certi "tribuni"; tuttavia deve convenire con me che quando ci si addentra nell'intricato terreno della Cultura (quella con la maiuscola), prima di fare considerazioni sull'altrui ignoranza bisognerebbe accertarsi di parlare con cognizione di causa. O no?
Bisognerebbe, tanto per restare nel campo delle citazioni latine, considerare con la dovuta attenzione quella massima di Ch. Jean Fr. Hénault (1685-1770), il quale all’inizio del suo Compendio Cronologico della Storia di Francia (1744) di cui oggi sopravvive solo la predetta massima, scrisse: "INDOCTI DISCANT ET AMENT MEMINISSE PERITI" (=Gli ignoranti imparino e coloro che sono colti dìano una rinfrescatina alle proprie conoscenze)
Ripeto: sono d'accordo con Lei nello stigmatizzare e ridicolizzare (anche se in questo secondo caso, mi creda, non ce n'è proprio bisogno) certi "capipopolo". Lo sono un po' meno quando dall'alto del Suo pulpito mediatico pretende di assimilare i Neoborbonici (che conoscono perfettamente ciò di cui parlano e scrivono) a certi corifei in camicia verde che parlano di Garibaldi e degli eventi che portarono all'unità d'Italia più per sentito dire che per altro.
Cordiali saluti e qualche volta si sforzi di capire più a fondo il Movimento Neoborbonico.
Gabriele Falco

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 54 visitatori online
Utenti
20148 registrati
0 oggi
3 questa settimana
1411 questo mese
Totale Visite
11281645 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer