spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Troiani non romani

Troiani non romani PDF Stampa E-mail
Non per fare il professore...
 ma la frase "temo i greci e i doni che portano" è una traduzione un pò approssimativa di un verso dell'Eneide di Virgilio "timeo Danaos et dona ferentes" che più correttamente dovrebbe risultare: "diffido dei Greci anche quando portano doni".
A pronunciarla non erano i latini o i romani ma i troiani che erano in guerra da dieci anni con i greci per via di Elena sottratta da Paride a Menelao.
I Greci con Ulisse avevano escogitato l'idea di fingere di lasciare la spiaggia di Troia come se volessero rinunciare a continuare la guerra e lasciarono il cavallo di legno (diventato poi "il cavallo di Troia" utilizzato anche nelle conversazioni politiche) nella pancia del quale stavano i migliori soldati nemici.
A chi diceva che quella statua era un dono che doveva essere trasportato all'interno della città si opposero Cassandra e Laooconte. Una era condannata a prevedere sempre il giusto ma a non essere mai creduta. E dell'altro si sbarazzarono gli dei dell'Olimpo filo-greci mandandogli contro un serpente che lo trascinò in mare e lo divorò. Erano loro che sollecitavano i concittadini a non fidarsi di quei regali inspiegabili. "Guardate - ripetevano - i Greci sono figli di puttana. Pericolosi anche se arrivano con plateau di pasticcini..." Non furono creduto e si sa com'è andata a finire.
Non sembro un saputello che vuole dare lezioni... vero...
un abbaaccio a tutti
onore al Borbone e cordialità a tutti
ldb
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 44 visitatori online
Utenti
20026 registrati
0 oggi
4 questa settimana
1679 questo mese
Totale Visite
11062554 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer