spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow informazioni su "l'eroe dei due mondi"

informazioni su "l'eroe dei due mondi" PDF Stampa E-mail
Cara associazione neoborbonica.

Innanzitutto mi presento. Mi chiamo Gaetano e sono di Napoli. In settimana nel giorno in cui si commemorava Giuseppe Garibaldi, su rai tre si affermava che quando "l'eroe dei due mondi" era sbarcato in Sicilia come anche in Calabria fino a Napoli vi era una moltitudine di gente che lo osannava. E' vero oppure è un falso storico?
In attesa di una vostra risposta vi saluto con stima e affetto.

Gaetano.

NB. Ho inserito il vostro sito tra i miei preferiti e forza Napoli!

Risposta

Gentile Amico,
sono stato incaricato di risponderla.
Garibaldi sbarcò in Sicilia con la complicità della mafia, erano loro infatti i famosi Picciotti. Nell'Italia continentale, a parte Napoli, le cose andarono diversamente. Infatti egli avanzò dalla Calabria fino in Campania, passando lungo la costa ed effettuando l'ultimo tratto da Nocera a Napoli in treno. Pertanto è chiaro che non "liberò" mai Lecce, Bari, Brindisi, Potenza, Matera e migliaia di altri centri meridionali. Allora come fece a conquistare il Sud? Quando sbarcò, si attivarono immediatamente i comitati massonici liberali sovvenzionati dall'Inghilterra istituiti in ogni comune. Fu un vero e proprio colpo di stato. Garibaldi, quindi, dalla Calabria alla Campania passò attraverso un territorio di fatto già conquistato dalla massoneria internazionale. La sua fu una vera e propria sceneggiata.  A parte qualche sparuto curioso, non vi fu nessuno ad accoglierlo anche perché il suo mito non ancora era stato completato e la Gente del Sud si rese subito conto che stava subendo una strana invasione.
Tutto quà.
Voglia gradire i nostri più cordiali saluti.
 
Cap. Alessandro Romano
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 84 visitatori online
Utenti
20308 registrati
0 oggi
7 questa settimana
1690 questo mese
Totale Visite
11486183 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer