spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Il card. Ruffo si è alleato con satana?

Il card. Ruffo si è alleato con satana? PDF Stampa E-mail
Signor Russo
il bene comune del Sud è infinitamente più importante delle qualità morali di chi lo rappresenta. Se una persona che ha manifestatamente cattive qualità morali opera di fatto per il bene della società bisogna assolutamente seguirlo e chi non lo fa commette un'ingiustizia grave verso il prossimo e la propria patria. Questo ovviamente non significa che si debbano giustificare le qualità cattive. A questo mondo ciascuno è responsabile delle proprie azioni. Purtoppo il mondo moderno ci ha fatto perdere completamente la nozione di bene comune, inducendoci a falsare molti giudizi.
Le ricordo che il card. Ruffo si alleò con non pochi assassini e ladri, oggi diremmo camorristi, e anche con dei mussulmani, che secondo la religione cattolica è gente che professa una religione falsa cioè demoniaca. Secondo il suo ragionamento il card. Ruffo non era dunque un degno rappresentante del sud e non bisognava seguirlo. Il card Ruffo, invece, che di morale e di buon senso ne sapeva sicuramente più di noi in realtà non compiva alcuna azione illecita nel comportarsi come faceva. Lui doveva riconquistare il sud e per farlo occorrevano uomini capaci di portare le armi. Punto e basta. Le qualità morali non erano un elemento che potesse condizionare il giudizio sulle abilità dei singoli nel portare le armi. Oggettivamente, per quanto può apparire paradossale, un ladro notorio capace di portare le armi era in quel momento più accettabile di una persona onesta ma completamente rammollita. Questo non significa che il card. Ruffo, che era un uomo di specchiata moralità, fosse minimamente connivente con le mancanze di questi uomini.
Esistono prove documentate che la corte reale in esilio di Francesco II iabbia inviato degli aiuti a Crocco, a un uomo cioè che era evaso da galera e che in precedenza era stato giudicato e condannato in nome di Francesco II! Anche Francesco II era un disonesto? un cattivo rappresentante del Sud?
Un caro saluto
Edoardo Spagnuolo
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 105 visitatori online
Utenti
20311 registrati
1 oggi
1 questa settimana
1693 questo mese
Totale Visite
11490676 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer