spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Lettera alla posta de Il Mattino

Lettera alla posta de Il Mattino PDF Stampa E-mail
Gent.le Fiore Marro,
desidero:
1) innanzitutto ringraziarLa per tutte
le Sue assai gradite e-mail informative che ricevo sull'attività
dell'Associazione culturale Neoborbonici alla quale mi sono iscritto
quest'anno;
2) fornire un mio contributo al dibattito inviando anche a
Lei quanto scritto alla posta del Mattino.
Con l'occasione invio molti
cordiali saluti,
Ing. Felice Simonelli


Ogg: a proposito di sfregi del nostro patrimonio
artistico e monumentale

Gent.le Pietro Gargano,
faccio riferimento
alle numerose lettere di
protesta civica di cittadini campani che Lei
ha il grande merito di
pubblicare ed in particolare alle ultime due
sullo "sfregio" della
Reggia di Caserta.
Vorrei qui:
1) sviluppare
una mia considerazione
sulle possibili origini della mancanza di
rispetto da parte di molti
nel Sud Italia nei confronti del proprio
patrimonio artistico e
monumentale (non riscontrabile in altre parti
d'Italia);
2) aiutare a risolvere tale problema fornendo una chiave di
lettura e una possibile
soluzione.
Io credo che tutto abbia origine
nell'invito più o meno
esplicito che noi riceviamo ininterrottamente
dal 1860 ad oggi a
disprezzare la nostra Storia e quindi in ultima
analisi noi stessi.
Chiedo solo un po' di ulteriore attenzione in
quanto il problema è a
mio avviso anche di origine psicologica, mi
spiego subito:
è un fatto che l'impresa di Garibaldi e la successiva
annessione del Regno delle
due Sicilie al Regno d'Italia siano
avvenute con la forza e per via
militare. Ebbene la storiografia
ufficiale per giustificare tale
intervento armato contro uno Stato
autonomo, indipendente, pacifico e
"benestante" si è affannata sin da
subito a gettare discredito sul
nostro passato. E' fu così che il
Regno delle due Sicilie che
primeggiava all'epoca fra tutti gli altri
Stati della terra nel campo
delle scienze, della tecnica, delle arti,
della cultura in genere, ma
anche nella gestione giuridica, economica
e amministrativa dello Stato
cominciò ad essere apertamente denigrato
e calunniato. Non solo ma tale
denigrazione veniva estesa a tutta la
Storia di questo Stato che
comincia con l'incoronazione a Palermo nel
1130 del re di origine normanna Ruggero
II (il primo Re che campeggia
dalle nicchie di Palazzo Reale a Piazza
del Plebiscito a Napoli).
In
questo contesto mi domando come sia
possibile richiedere rispetto per
le vestigia del nostro passato e in
ultima analisi per noi stessi!
In
verità noi veniamo da un grande passato e abbiamo ricevuto una battuta
d'arresto con l'Unità d'Italia a causa delle modalità con le quali è
avvenuta.
Vogliamo uscire dalla logica della questione meridionale
(nata lo ricordo proprio nel 1860 in
quanto prima non esisteva tale
questione!) per esempio incrementando il
turismo? Ebbene allora
secondo me dobbiamo innanzitutto  recuperare e
valorizzare tutto il
nostro ingente patrimonio artistico e monumentale
dall'epoca della
Magna Grecia ad oggi. Per fare questo è fondamentale a
mio avviso fare
luce sulle menzogne e sulla fuorviante retorica
risorgimentale (sono
passati 147 anni e in un'epoca in cui siamo
nell'Europa unita sarebbe
pure ora!) che ci crea seri problemi
psicologici in quanto ci induce
subdolamente a non avere rispetto per
la nostra invece grande Storia e
quindi conseguentemente per noi stessi
e per il nostro patrimonio
artistico e monumentale.
Potremo così
finalmente cominciare a
studiare il nostro passato, con occhio ora
benevolo, e scopriere così
che abbiamo di che vantarci, e potremo
quindi guardare al futuro con
maggiore consapevolezza e speranza.
Grazie per la Sua attenzione,
Le
invio molti cordiali saluti,
Ing. Felice Simonelli
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 64 visitatori online
Utenti
28178 registrati
15 oggi
67 questa settimana
2509 questo mese
Totale Visite
14818100 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer