spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Real Esercito arrow Fanteria di Linea: I Battaglioni Cacciatori arrow 1° Battaglione Cacciatori

1° Battaglione Cacciatori PDF Stampa E-mail

Gennaio 1860 . Comanda il battaglione il maggiore Andrea Marra. Il battaglione fa parte della colonna mobile del  pessimo generale Pianell in Abruzzo .

Luglio 1860  il battaglione sbarca a Messina con la brigata Palmieri proveniente da Giulianova. Il 20 luglio combatteva eroicamente alla battaglia di Milazzo.

Agosto 1860 . Il comando del battaglione è affidato al maggiore Giuseppe Armenio e il corpo sbarca in Calabria per fare parte della colonna mobile comandata da Ruiz. Il battaglione si scioglie a Soveria Mannelli per la dissoluzione della brigata Ghio.

Settembre 1860 . Buona parte del battaglione si ricompone al Volturno sotto la guida del maggiore Armenio battendosi impavidamente.

Novembre 1860 . Il battaglione sconfina nello Stato Pontificio dove viene sciolto

MAGGIORE COMANDANTE

Giuseppe Armenio

Napoli 14-3-1802  Napoli 4-12-1878

L’ultimo comandante del 1° Cacciatori fu un intelligente e valido ufficiale di stato maggiore per tutta la carriera. Proveniva dalla carriera subalterna ed aveva iniziato da soldato semplice nel 1816. Nel marzo del 1860 fu promosso maggiore e nell’agosto del 1860 gli fu affidato il battaglione.

Pur non conoscendo gli uomini e i suoi ufficiali e nonostante lo sfacelo calabrese riunì buona parte dei suoi soldati al Volturno e dette un contributo alla campagna sia sul Volturno che sul Garigliano .

Unica macchia suo figlio Roberto disertore per passare a servire il Nizzardo.

 
< Prec.
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 102 visitatori online
Utenti
20015 registrati
2 oggi
7 questa settimana
1668 questo mese
Totale Visite
11047779 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer