spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Iscrizioni
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Real Esercito arrow La Colonna Infame arrow Pasquale Marra

Pasquale Marra PDF Stampa E-mail

 

Pasquale Marra

Messina 1/11/1806 - Napoli 29/9/1878

Maresciallo di Campo

Primogenito dei quattro fratelli Marra, fu il primo a beneficiare dell'acquisto di capitano nei reggimenti siciliani nel 1827. Ferdinando I, dopo i fatti del 1821, per poter ricomporre un armata nazionale e togliersi dal giogo dell'occupazione austriaca, costosa ed umiliante, oltre l'aver assoldato i quattro reggimenti svizzeri ordin? la costituzione di due reggimenti siciliani .

Per motivi economici, concesse i gradi subalterni a tutti quelli che, nati in Sicilia, avessero a proprie spese equipaggiato compagnie e plotoni. Gravissimo episodio perchè fu così che molti personaggi provvisti di danaro poterono comprare brillanti carriere ai propri figli, come i Marra, Flores, Afan de Rivera, Nunziante, Vial, Pianell, Ghio ed altri, che risultarono i peggiori difensori del Regno, ufficiali divenuti tali per soldi ma non per qualità militare.

Nel 1855 fu promosso generale, nell'aprile del 1860 fu promosso a Maresciallo di Campo, e inviato in Sicilia.

Si smarrì nel disastro di Palermo, rimanendo inspiegabilmente inattivo. Confinato ad Ischia fu riabilitato dal suo degno compare, Salvatore Pianell, che gli affidò le divisioni cacciatori Colonna e Barbalonga.

Mentre i suoi dipendenti si accingevano sul Volturno, il generale rimase a Napoli, ''Tebani di Tebe,armiamoci e partite'', la sua defezione fu un atto di alto tradimento, a sua discolpa dicharò ''Non sono stato invitato dal Re''.

 

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 45 visitatori online
Utenti
20024 registrati
0 oggi
2 questa settimana
1677 questo mese
Totale Visite
11060479 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer