spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Classe dirigente meridionale

Classe dirigente meridionale PDF Stampa E-mail

Leggo con rinnovato dispiacere le lettere inviate da Fiore e Alessandro in merito agli ennesimi atti  vandalici perpetrati all’indirizzo della nostra amara e bellissima Patria Duosiciliana...

Cosa dire...Se la scena politica di questa repubblica delle banane, con le sue infinite e malsane interferenze in tutti gli aspetti della vita di questa Italietta, è diventata un enorme postribolo, cosa possiamo aspettarci noi meridionali, se non il peggio del peggio?...D’altronde sono 147 anni che noi, abitanti delle “colonie italiane” dobbiamo subire questo andazzo, o no?.. Sono 147 anni di mazzate e nonostante tutto, non abbiamo ancora imparato la lezione! Scusate, ma non è per caso che  neosavoiardi e neogiacobini fanno i loro porci comodi grazie al nostro autolesionismo e al nostro sadomasochismo? Guardate ai vostri paesi, città e province. Guardate chi siamo stati capaci di eleggere a nostri rappresentanti, garanti e amministratori. Una schiera di invertebrati con l’estro di imbonitori di piazza....una  turba di loschi soggetti che hanno fatto del “magna-magna”, del raggiro e del tornaconto personale, la propria religione. Non parliamo poi di quei cialtroni nostrani che grazie ai voti di scambio e al clientelismo bivaccano in parlamento...Cosa hanno fatto costoro per la loro terra e la propria gente? Assolutamente niente. Pensano solo ad imbottire il proprio portafoglio e a compiacere amici e parenti creando veri e propri feudi del voto clientelare.. Questi individui non hanno alcuna dignità, ne mostrano vergogna per la loro inettitudine, ignoranza e disonestà d’intenti. Sono assolutamente convinti che “l’abito fa il monaco”, che la vuota retorica delle chiacchiere inconcludenti e le loro tronfie persone bastino ad assicurarsi la fiducia ed il rispetto del “popolo bue”...Sono proprio loro che, avulsi da qualsiasi ideale o ideologia, venderebbero la propria madre pur di continuare a galleggiare in questo mare di escrementi....altro che orgoglio meridionale!!! Sono sempre loro che, fedeli al trend voluto dall’invasore, continuano nel proprio ruolo compiacente di marionette nelle mani del potere camorristico e di quello coloniale espresso dall’asse Roma – Torino - Milano. Aprite i giornali locali....guardatele quelle facce da schiaffi (sto usando un eufemismo!)  e chiedetevi se a qualcuno di quei signori affidereste le chiavi della vostra abitazione... Come stupirsi, allora, dello stato di totale abbandono in cui versa tutto il nostro patrimonio storico-culturale ed ambientale? Perché meravigliarsi dell’anarchia “controllata” che da noi dilaga ovunque? E’ grazie a questa indegna classe dirigente meridionale che inneggia (sperperando il denaro pubblico) all’invasione straniera del “decennio francese” e degli “incontri di Teano” se ancora rappresentiamo il soggetto preferito del dileggio toscopadano e savoiardo. Senza questa torma di collusi e baciapile, senza un’imprenditoria meridionale che quando non è espressione diretta della camorra e della mafia, riesce solo ad essere incapace e miope, non sarebbero possibili né le “scorrerie piratesche” del banco San Paolo di Torino né la dilapidazione del nostro patrimonio...e neppure le impudenti  passeggiate propagandistico-elettorali di Sua Nullità, Emanuele Filiberto ...

Mi auguro che la creazione di una nuova classe dirigente non debba necessariamente richiedere tempi biblici, anche perché la nefanda opera di demolizione, alienazione e sperpero del nostro patrimonio perpetrata dai noti farabutti, progredisce a grande velocità e senza ostacoli.  Non posso credere che alle nostre latitudini non vi siano più uomini e donne di comprovata onestà e rettitudine, che siano veramente “onorevoli” anche senza sedere in parlamento. La formazione di una nuova classe dirigente dovrebbe avviarsi nei consigli di quartiere, svilupparsi nelle liste civiche dei comuni e progredire in maniera ascendente fino a livello centrale, con la piena convinzione, da parte di tutti, che le regole e le leggi non vengono formulate per essere aggirate furbescamente ed adattate “elasticamente”alle esigenze dei singoli.  Fino a quel giorno godiamoci lo scempio eseguito da chi abbiamo delegato a governarci e ad amministrarci..... Ammiriamo esterrefatti le imprese di chi fitta Largo di Palazzo agli sciamannati di Festivalbar con il sogno segreto di aprire un fast food o una birreria sotto il colonnato della basilica di San Francesco da Paola...,di chi avalla la presenza di una megadiscarica velenosa a ridosso dei centri abitati...di chi con immensa incompetenza e armato solo di proverbiale supponenza, sta oltraggiando in maniera incontrastata le nostre città , le campagne, i litorali e le preziose testimonianze di un luminoso passato oramai  lontano dal baratro in cui ci siamo cacciati.

Teodoro

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 49 visitatori online
Utenti
28178 registrati
15 oggi
67 questa settimana
2509 questo mese
Totale Visite
14818436 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer