spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow A Pasquale Costagliola

A Pasquale Costagliola PDF Stampa E-mail
Pasquale, apprezzo enormemente il tuo benefico e salutare ottimismo per alcuni risultati effettivi che cominciano a vedersi e che sono determinati proprio da enormi sforzi, costanza, determinazione, vitale orgoglio e ottimismo per il futuro. Anche se e bisogna dirlo senza stupido disfattismo, anzi con spirito di supporto e costruttiva partecipazione, sono risultati purtroppo ancora molto sproporzionati rispetto alle masse che generano opinione e spostamento politico. Ci vorrà del tempo, si sa, ma non solo. Speriamo che come dici tu ci sia in embrione un clima che spinga ad uscire dalle conventicole e diffondersi tra la gente. La tua analisi mi trova comunque d'accordo.
Il mio timore è per il futuro prossimo quando i tempi saranno maturi e gente senza scrupoli vorrà riciclarsi o infiltrarsi per solo interesse personale e di lobby. Ripeto che forse un laboratorio politico aiuterebbe a forgiare una nostra classe politica e non avremmo prossimamente delusioni nel vederci scavalcare dai soliti politici papponi istrionici senza qualità che potrebbero cavalcare tutto il lavoro preparatorio fatto prima con tanti sacrifici, distorcendolo o addirittura uccidendolo. Figure di riferimento anche portatrici di potere economico sono oggi più che mai necessarie per aprire finalmente un largo consenso e maggiore controllo sui mezzi di comunicazione nazionali.
 
Altro mio timore e sconforto è generato dall'impatto mediatico messo in moto da forze contrarie che favorisco la creazione di "luoghi vip mediatici", veri e propri "altari massonici medialisti", "salotti per grandi maestri di idee confezionate con la squadretta". Tutto per lasciarci credere che esiste solo destra e sinistra, che il Nord è trainante ed è meglio del Sud, che sia Porta a Porta, che sia Quark, che sia Costanzo, ecc. veri e propri "luoghi culto per plasmare opinioni popolari". Infatti la televisione mi fa incazzare e sempre più la evito, ma so come sia importante nel determinare un parametro politico nella società italiana. E' ormai il luogo principe della vita pubblica nazionale. In altri paesi non è così presente e totalitaria nella vita privata, lo vedo per esperienza diretta.
Purtroppo non vedo vero bilanciamento o comunque un andamento che porti in un'altra direzione, anzi intravedo sempre più una vera e propria controffensiva subliminale e spesso neanche tanto subliminale, per la riconferma e potenziamento del ruolo trainante del Nord sul Sud tacitamente colonizzato. La pressante e insinuosa propaganda di emanuele filiberto è un esempio tra tanti di come un figlio e rampollo di una famiglia di "spregiudicati speculatori colonialisti", così per essere gentili, sia fondamentalmente difesa e protetta tacitamente da tutto un Nord attentissimo da sempre alla propria dignità e orgoglio, fiero ed ingiusto nella propria appartenenza, sopraffattore ed ipocrita. Conosco troppo bene il Nord per poter dire questo con convinzione pur non avendo mai avuto problemi di inserimento per mie specifiche qualità personali e lavorative. Io continuamente sono offeso da trasmissioni anche apparentemente innocenti e leggere, ma sottilmente subliminali come la torinesissima Markette, per le opinioni "politicamente corrette" di Le invasioni Barbariche e così via per tante altre trasmissioni. Non vorrei sembrare un pazzo paranoico fissato, ma prima o poi comincerò a prendere appunti su quante e quali continue offensive, oppure vigliacchi stereotipi l'informazione massimamente nordista,"silenziosamente" orgogliosa di esserlo, continuamente produce velenosa spazzatura massonica ed antimeridionale, piccolo tassello dopo tasselo. Chiambretti tra le tante imbecillità antimeridionali ha fatto di recente anche uno spot "divertente" su Napoli che era da denuncia. Ogni nostro successo non fa che produrre, come una strana legge della rappresaglia, un controeffetto mediaticamente gigantesco e sofisticato. Noi lanciamo un sassolino e loro sparano con il cannone esercitando tutta la loro potenza. Senza parlare poi dell'informazione nei telegiornali: avete mai notato che quando uno del Sud viene arrestato per qualsiasi tipo di reato immediatamente dicono da quale città proviene e quando invece è del Nord dicono che è italiano? Più volte ho visto questo. Addirittura ho sentito alle 13 un tg di Mediaset annunciare l'arresto di una banda di rapinatori brianzoli specializzati in rapine in gioiellerie. Già a sera la notizia era sparita da qualsiasi tg. Un'altra volta ho sentito la notizia sul regionale tg Lombardia di un'altra banda del Nord che rapinava in trasferta solo in ... Sicilia. Anche questa notizia è stata immediatamente fatta sparire già la sera.
Va detto però che la soglia di attenzione alla salvaguardia della propria dignità e orgoglio nel Settentrione è molto più alta e spregiudicata, e lo fanno anche a costo di dichiarare il falso. Si difendono quotidianamente anche negando l'evidenza. Al Meridione la devastante tradizione di gregari ed emissari di potere coloniale che hanno dall'unità formato la nostra classe politica che hanno determinato e determinano ancora oggi più che mai un terreno di sconforto e sfiducia nella società e nelle capacità che potremmo potenzialmente avere nel reagire all'ingiustizia e al malgoverno. Hanno ucciso la nostra dignità, la nostra memoria, la nostra identità e continuano a farlo. E noi glielo lasciamo fare molto spesso partecipando attivamente a questo massacro. Dobbiamo reagire.
 
Lumiere
 
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 5 visitatori online
Utenti
28116 registrati
5 oggi
5 questa settimana
2447 questo mese
Totale Visite
14812466 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer