spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Risposta a Riccardo Russo sulle radici storiche duosiciliane

Risposta a Riccardo Russo sulle radici storiche duosiciliane PDF Stampa E-mail

Caro Riccardo e mio compaesano,

Sicuramente per arrivare anche tu a scrivere sul sito dei Neoborbonici, ti sarai chiesto il perché, per chi e per come oggi, ci troviamo a parlare di certi argomenti e di come affrontare certi problemi che sono comuni poi a tutti gli abitanti del ex regno delle due sicilie.

Quindi come già dicesti in un tuo articolo hai cominciato a navigare su internet come tanti di noi e poi cercando,cercando hai conosciuto anche tu la verità storica.

Oggi con accurate ricerche effettuate da tanti storici e attivisti alla causa dl nostro sud, noi possiamo affermare che oggi a scuola durante l’ora di storia, riguardo l’argomento dell’unità d’Italia, vengono insegnate tutte frottole, facendo passare per eroi, criminali di guerra che invece dovrebbero essere considerati alla stessa stregua di Hitler.

Questi eroi e padri della patria così definiti dalla storiografia ufficiale sono : Vittorio Emanuele II,Camillo Benso,Garibaldi,Cialdini,Liborio Romano e tanti altri. La lista sarebbe lunga.

Molta gente non sa che prima dei Lager Tedeschi è esistito il lager di fenestrelle (Torino) dove tantissimi poveri soldati napolitani (quindi abitanti del regno delle due sicilie) furono sciolti nella calce viva e tenuti al freddo e malnutriti, perché non vollero passare nell’esercito Italiano.

I nostri poveri  uomini ancora oggi vengono definiti con il termine dispregiativo di briganti.

Non voglio soffermarmi in questo momento sulla storia e so che oggi tantissimi non la  conoscono, ma come possiamo fare affinché la gente cambi dentro?

Adesso ti spiego la mia opinione:

Ad una buona parte della popolazione, soprattutto a quelli del nord, ma anche molti del regno delle due sicilie, forse non interessa conoscere la storia e forse non interessa sapere che un loro trisavolo è stato ucciso tra il 1861 e il 1870 dall’esercito piemontese. Io spero che non sia così,però ogni giorno quando mi trovo a parlare con le persone, dei Borbone, di Garibaldi,della grandezza del nostro regno, non mostrano tanto interesse e sai perchè ?  (io comunque non mi fermo e noi non ci dobbiamo fermare contro tutto e tutti,perché significherebbe ammettere che il nostro di divulgazione sia un lavoro inutile e non lo è), perché oggi la gente pensa al presente,da importanza e si sofferma sui problemi veri che li affliggono e cioè l’immondizia sulle strade,la disoccupazione, la criminalità che incombe,il degrado generale ecc ecc..

Ma cosa possono fare ? niente. Sono succubi di questa società e noi guardiamo a tutti i problemi che ci affliggono con rassegnazione. Il popolo non ha fiducia nelle istituzioni perché queste istituzioni non fanno niente di concreto per risolvere i problemi e sfruttare le grandi occasioni che sono arrivate e non sanno o non vogliono gestire le cose aiutando il SUD. Parlano solo di questione meridionale e di concreto?

Esempio :

·         Perdemmo la gara per avere da noi la coppa America che si farà a Valencia, invece che a Bagnoli. La stessa Bagnoli ancora oggi  risulta un “fabbricone” arrugginito e dove nel mare c’è una colmata che per pulirlo non so quanti depuratori e anni ci vogliono.

·         Eurodisney doveva essere fatto al Sud ma chissà perchè non è stato fatto (non voglio entrare nell’argomento della malavita organizzata con appalti ecc. ecc. Vi rimando solo al libro Gomorra di Roberto Saviano che spiega secondo me, perché non basta la revisione storica ma bisogna fare tabula rasa del marcio che ci circonda).

·         I nostri pomodori,arance e tutti i prodotti della nostra terra vengono venduti all’ingrosso dai nostri contadini ad un prezzo basso, poi questi prodotti vengono portati al nord, vengono selezionati,incestinati e poi rimandati al sud con il prezzo triplicato.                                         

  ecc ecc…..

La grandezza di un popolo sta nel saper sfruttare tutte le risorse della propria terra per aver un economia florida senza sprechi e senza centinaia di tasse che dicono utili per risollevare un debito pubblico che cresce giorno per giorno. Ma da noi gli sprechi e la perdita di tempo e di denaro per la burocrazia e le centinaia di bocche da riempire per prendere decisioni a volte semplici, abbondano.

Faccio notare che quando si apre un cantiere è indicata la data di inizio e la data di fine, ma le date di fine non vengono quasi mai rispettate e chissà perché. Tra intoppi e problemi si parte per esempio con 100 mila euro e quando finisce,se finisce attingendo ad altri fondi,sono stati spesi per esempio, 1 milione di euro. 10 volte tanto. MA!

Se chi ci comanda effettua un grande magna magna i soldi non basteranno mai e quindi :

Il popolo italiano si fa prestare sempre di più i soldi dalla banca d’Italia (che è una banca privata) e poi li dobbiamo restituire con l’interesse e se l’economia non cresce il debito pubblico aumenta,fino a quando non avremo un collasso economico.

Il nuovo rinascimento può avvenire con una nuova classe dirigente che conosce la verità storica, la divulghi,la revisioni, sfruttando tutti i mezzi di comunicazione a loro disposizione (noi saremo pronti ad  aiutarli) e faccia diventare questo regno “dei destini mancati e delle occasioni perse" in un regno che ricominci a utilizzare tutte le occasioni che arrivano o che si vanno a cercare per rispiccare quel volo e riconquistare il prestigio che le spetta di diritto ridiventando di nuovo una grande potenza europea.

La classe dirigente attuale non ha alcun interesse a revisionare la storia perché il marcio è cominciato 147 anni fa e non è nemmeno iniziata la pulizia. Io mi rifaccio sempre alla casata dei Borbone perché nel 1860 è finito il nostro splendore e da lì inizierei , quando comandava Ferdinando II e dove la nostra economia era fortissima,eravamo un regno all’avanguardia in tutti i campi,la disoccupazione era al minimo,non esisteva l’ emigrazione e tutti riuscivano a sfamare la propria famiglia.

Ripeto sempre, questa è sempre la mia umile opinione e cioè di un sognatore,utopico di giorni migliori,dove i problemi ci sono continueranno ad esserci ma almeno vengono anche affrontati. Sono stato anche io al nord o all’estero e non sopporto di vedere che lì le cose funzionano e da noi volutamente o no non funzionano.

Con affetto

Alessandro

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 47 visitatori online
Utenti
28178 registrati
15 oggi
67 questa settimana
2509 questo mese
Totale Visite
14818388 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer