spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Storia

Storia PDF Stampa E-mail

Quanta storia negata, quante menzogne ancora oggi a distanza di 160 e più anni abbiamo nei testi ufficiali che lo Stato impone ai nostri giovani nelle scuole.

E' forse per questo si deve la mancanza di "Stato" che grava sulla vita quotidiana del nostro Sud.
Quanti "eroi" vengono ricordati e incensati nella toponomastica delle nostre città. Ma basterebbe fare un passo indietro coi mezzi di informazione attuali per affermare he la Storia non è quella, e che i fatti di allora sarebbero condannati dagli organismi sovranazionali, che quegli eroi sarebbero additati come spietati autori di repressione poliziesca!

Palermo settembre 1866 la città è insaguinata da una violenta rivolta, il governo "bomba" manda con poteri straordinari e con fretta il famoso generale Cadorna.
I tribunali militari, alla faccia della libertà, mandano alla fucilazione i rivoltosi, centinaia ai lavori forzati. Molti giovani non vogliono fare il militare nell'esercito sabaudo ora italiano, scappano nelle campagne, diventeranno banditi e briganti. Tra le truppe inviate qualcuno già contaggiato porta il colera (ma il nord non era igienicamente evoluto?) che puntualmente scoppierà l'estate successiva.
L'amministia per quei fatti arriverà nel 1907!

Nessuno ricorderà quei Palermitani morti uccisi dall'esercito e dalla polizia unitaria.

Oggi al sindaco di allora Antonio Starrabba di Rudinì (poi promosso per quei meriti prefetto) è dedicata una piazza, nessuna lapide alla memoria per quella gente fucilata e per quei giovani con la vita spezzata perchè tacciati allora come oggi per deliquenti!

Grazie

Vincenzo Lo Cascio

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 56 visitatori online
Utenti
28178 registrati
15 oggi
67 questa settimana
2509 questo mese
Totale Visite
14818341 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer