spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Lettera sulla Gazzetta

Lettera sulla Gazzetta PDF Stampa E-mail

Carissimi amici,

vi invio la lettera spedita da me alla Gazzetta del Mezzogiorno e pubblicata oggi, 30/10/2006.


Apprendo con molta soddisfazione la notizia su un probabile film sul brigantaggio, film che sarà diretto dall’ottimo regista Mel Gibson. Mi vien da dire FINALMENTE. Da anni, ormai, ci fanno vedere film, accompagnati quasi sempre da libri, su Garibaldi e i suoi eroici mille, sul Piemonte liberatore, sui Borbone arretrati e oppressori e sui briganti mangiatori di uomini. Dato il calibro del regista, immagino che indagherà a fondo sulle vere cause scatenanti il brigantaggio e sulla sua vera natura. Dagli ultimi studi e da una marea di documenti scoperti nei vari archivi meridionali, risulta che il brigantaggio è stato una ribellione di massa in difesa della Indipendenza della Patria Napoletana e contro un nuovo Regno considerato usurpatore.

Spero che il film faccia una giusta analisi del fenomeno e dia quell’onore che per anni è mancato alle migliaia di nostri concittadini morti per un ideale. Sicuramente se il film andrà in porto, porterà con sé numerose polemiche provenienti da accademici e storici risorgimentalisti, affezionati alla bella favola che ci hanno raccontato a scuola. Ciò è già successo in altre occasioni, come nel caso della presentazione di film come “Braveheart” o “Il Patriota”, in cui il regista ha messo in luce le atrocità e le nefandezze commesse, dagli inglesi, ai danni di semplici contadini scozzesi e americani. In entrambi i film i ribelli sono chiamati briganti…

Forse un solo film non basterà a ricordare, tutti i paesi incendiati, tutti i poveri cafoni arrestati e fucilati senza processo, le carceri stracolme (basti pensare che ci fu la proposta di acquistare un’isola della Patagonia dove deportare i contadini meridionali), i campi di concentramento in Piemonte (Fenestrelle su tutti), le teste dei nostri contadini esposte all’entrata dei paesi meridionali o studiate dal Lombroso per dimostrare la nostra arretratezza e la nostra malvagità congenita.

Su internet già circolano proposte di boicottaggio del probabile lavoro di Gibson, forse c’è qualcuno che ancora ha paura dei briganti.

Calvano Armando

Delegazione “Terra di Bari” del Movimento Neoborbonico


Risposta del Direttore Lino Patruno

Non so se la rilettura di questi fatti potrà portare al completo ribaltamento della verità storica, ma è comunque giusto che si faccia, una volta per tutte.

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 52 visitatori online
Utenti
28178 registrati
15 oggi
67 questa settimana
2509 questo mese
Totale Visite
14818350 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer