spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Real Esercito arrow I Reggimenti Borbonici delle Due Sicilie arrow 6° Reggimento 'Farnese'

6° Reggimento 'Farnese' PDF Stampa E-mail

1857-1860: comanda il reggimento il colonnello Francesco Landi.

Aprile 1860: il colonnello Landi, promosso brigadiere passa il comando al tenente colonnello Andrea Perrone. Il 4 scoppia la sommossa nel convento della Gancia e il reggimento è inviato a contrastarla. Si distinguono il maggiore Coscarelli, i tenenti Di Lorenzo e Portanova che vengono decorati con la Croce di S. Giorgio. Decorazioni anche per i capitani Raimondi, Torrente e Amoroso e i tenenti Di Gioia, Bartolomucci, Fisichella, Santaniello, Casaceli e Rossi.

Maggio 1860: Il reggimento combatte per le strade di Palermo con gli invasori garibaldesi, atti eroici e di abnegazione da parte del maggiore D'Ambrosio e dell'alfiere Arena, encomi per il capitano Scilingo e l'alfiere Moscato Villozzi.

Giugno 1860: Il reggimento è assegnato alla divisione Riedmatten di stanza a Salerno.

Agosto 1860: Scoppia la rivolta a Potenza, il comandante della gendarmeria chiede l'aiuto del reggimento, ma il colonnello Perrone preferisce senza vergogna ritirarsi a Napoli.

Settembre 1860: Il reggimento viene adibito alla custodia dei forti napoletani. Otto compagnia al castel dell'Ovo e al forte del Carmine e quattro a castel S. Elmo. All'occupazione di Garibaldi, il reggimento si sposta a Capua. Il corpo è assegnato alla brigata comandata dal colonnello Ruiz de Ballestreros.

Ottobre 1860: Il comando è assegnato al maggiore Domenico Nicoletti che lo guiderà nel vittorioso assalto di Castelmorrone sconfiggendo Pilade Bronzetti, il giorno seguente abbandonati dal resto dell'esercito, per vigliaccheria del colonnello Ruiz,buona parte del reggimento cade prigioniero nelle mani dell'invasore garibaldesco in quel di Caserta.

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 36 visitatori online
Utenti
20383 registrati
1 oggi
2 questa settimana
1712 questo mese
Totale Visite
11620201 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer