spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home arrow Le tue lettere arrow Le tue lettere arrow Considerazioni e memoria dell?incontro di S. Nicola tra i Neoborbonici con i Lyons Club casertan

Considerazioni e memoria dell?incontro di S. Nicola tra i Neoborbonici con i Lyons Club casertan PDF Stampa E-mail

Considerazioni e memoria dell?incontro di S. Nicola tra ?i Neoborbonici con i ?Lyons ?Club casertani

L? intervento non previsto in ?scaletta? ma fortemente voluto del dott. Alberto Zaza D?Aulisio al convegno di S.Nicola, intervento voluto dopo le esposizioni dei nostri De Crescenzo e Costagliola, ha suscitato non poche perplessit? in sala per noi neoborbonici, perplessit? ?che nascono dal fatto che in molti sappiamo che l?ex assessore alla viabilit? di Caserta nonch? firma de Il Mattino non ha mai nascosto la sua passione per alcuni ufficiali piemontesi e garibaldesi e per i? conquistatori del Sud, grandemente esposte nelle pagine del giornale campano, creando non pochi malumori specialmente da parte di chi come noialtri percorre la difficile? strada della rivisitazione risorgimentale.

Ma in verit? ?, sar? dal fatto che i ?nostri? relatori hanno sviscerato una miriade di spunti di riflessione e snocciolato una caterva di primati e risultati ottenuti dal popolo duosiciliano nel periodo borbonico, risultati che svariano dalla buona economia alle 5000 industrie piccole e grandi, dalle strutture sociali a quelle dell?istruzione, in verit? dicevamo, l?intervento del dott. D?Aulisio ? stato di una correttezza esemplare, quasi ?.filo borbonico.

Il tutto con l?augurio che eventi come quello di S.Nicola siano per il futuro prossimo sempre pi? da fare, esaltando il nostro lavoro ed essendo egli stesso il responsabile Lyons per i paesi del mediterraneo, chiedeva collaborazione ai neoborbonici per prossimi incontri a tema.

Tra il pubblico in sala, spiccava per la sua mole morale e duosiciliana il generale Giovanni ?Salemi , pi? volte citato dal dott. D?Aulisio, cercando di dare il giusto tributo ad un uomo che ha fatto della Causa duosiciliana? una questione d?onore, grazie anche alla presenza di questi personaggi di cos? alta statura morale il nostro movimento si pu? fregiare di una patente di assoluta credibilit?.

Buona la relazione del delegato di Marcianise Isaia ?Fuschetti, effervescente e copiosa.

Al solito l?intervento di Gennaro De Crescenzo, efficace e gradevole, oramai sempre pi? punta di diamante dei neoborbonici, firma duosiciliana di inestimabile valore, lodevole il suo impegno , generoso come sempre verso chi collabora alla crescita dell?associazione .

Una parola in pi? va spesa per il dott. Pasquale Costagliola, presidente dell?associazione ?Terra Nostra?, esordiente a S. Nicola come esponente e delegato per Caserta del movimento neoborbonico, la sua relazione sulla ripresa e sulla difesa dell?identit? storico- sociale-territoriale del casertano ha suscitato molto interesse , dando modo agli uditori di scoprire nuovi orizzonti, ed aprire la mente alle questioni che da sempre andiamo difendendo.

Da ricordare con simpatia intervento del dott. Michele Ginolfi, past-governatore dei Lyons, che ha ricordato un episodio accaduto nel 1997: ? Ero in Grecia, ospite di un mio amico siciliano, ad un certo punto in alto mare ci si avvicina una barca con una bandiera sconosciuta, raffigurante la sagoma di Alberto da Giussano, chiediamo al proprietario della barca cosa rappresentava quel vessillo ed il signore ci risponde che trattatasi della bandiera della Lega Nord, a questo punto il mio amico tira fuori da un baule ?un bandierone delle Due Sicilie ?che come per incanto attira altre barca , 4 o 5 che alla visione della nostra bandiera ??si stringono attorno alla nostra barca applaudendo e congratulandosi con noi , un significativo ?gesto di sentimento e di forte volont? identitaria che mi ha?reso consapevole che la storia va riscritta?

Presenti in sala i nostri ?candidati? Casale e D?auria con i responsabili della lista civica ?neopolis?.

La considerazione di quanto ? accaduto ci convince sempre pi? che il cammino intrapreso ? giusto, dove vi ? la possibilit? di raccontare le nostre ?cose? c?? da riscontrare che si ?sfonda?, fosse pure in mezzo a chi per anni ha usato argomenti ?e valorizzato visioni poco neoborboniche , la forza di volont? e le documentazione che andiamo esponendo non sono opinabili e quindi vincenti, non c?? ?storia? che possa fermarci.

Forza e onore de christen

????????????????????????????????????????????????????????? ENGLISH VERSION

The participation not previewed in "ladder" but strongly intentional of Dr. Alberto Zaza D' Aulisio to the convention of S.Nicola, intentional participation after the exposures of our De Crescenzo and Costagliola, has provoked little perplexities in does not know it for neoborbonici we, perplexities that are born from the fact that in many we know that the former city council member to the practicability of Caserta let alone company de?Il Mattino has not never hidden its passion for some piemontesi and garibaldesi officials and the conquerors of the South, largely exposed in the pages of the of campania newspaper, creating not little depleasure? especially from part of who as?we she covers the difficult road of the risorgimentale review. But in truth, it will be from the fact that "the our" expert have examined in depth a myriad of cues of reflection and listed a great number of supremacies and turn out to you obtained from the duosiciliano people in the borbonico period, turns out you that they vary from the good economy to the 5000 small and great industries, from the social structures to those of the instruction, in truth we said, the participation of the Dr. Of Aulisio has been of one exemplary correctness...? nearly filoborbonico. All with the augury that events as that one of S.Nicola is for the next future more and more to make, exalting our job and being same he the Lyons responsible for the countries of the Mediterranean, asked collaboration the neoborbonici for next encounter to topic. Between the public in it knows it, it enunciated for its moral size and duosiciliana general Giovanni Salemi, more times cited from the Dr. Of Aulisio, trying to give the just one I pay to a man who has made of the duosiciliana Cause an honor issue, thanks also to the presence of these personages of therefore high moral stature our movement can be fregiare of one clear of absolute credibility. Good the relation of the delegate of Marcianise Isaia Fuschetti, plentiful effervescente and. To the usual the participation of Gennaro De Crescenzo, effective and gradevole, at this point more and more tip of diamond of the neoborbonici, duosiciliana company of inestimabile value, lodevole its engagement, generous as towards who it always collaborates to the increase of the association. A word in more goes spold for Dr.Pasquale Costagliola, president of the association "Earth Ours", esordiente to S. Nicholas like exponent and delegated for Caserta of the neoborbonico movement, its relation on the resumption and the defense of the social-territorial historical identity of the casertano has provoked much interest, giving way to the audiences to discover new horizons, and to open the mind to the issues that they always give we go defending. To remember with sympathy participation of Dr. Michele Ginolfi, past-governor of the Lyons, that he has remembered an episode happened in 1997: "I was in Greece, host of a my sicialian friend, to a sure point up sea approaches a boat to us with a disowned flag, representing the shape of Alberto from Giussano, we ask the owner for the boat what represented those vessillo and the getlteman answers to us that dealt of the flag of the Alloy North, to qusto point my friend pulls outside from a trunk bandierone of the Two Sicilie that as for spell attracts other boat, 4 or 5 that to the vision of our flag they thigten around our boat applauding itself and congratulandosi with we, a meaningful gesture of feeling and strongly identitaria will that has rendered me aware whom the history goes rewritten? Present in Casale e D'auria with the responsibles of the civic list knows it our "candidates neopolis". The consideration of how much is happened convinces us more and more that the undertaken way is right, where is the possibility to tell our "things" is from finding that "it breaks at the bottom", was pure in means to who for years has used arguments and valued little neoborboniche visions, the force of will and the documentation that we go exposing are not opinabili and therefore winning, not are "history" that can stop to us. Force and honor de christen
< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 56 visitatori online
Utenti
20407 registrati
0 oggi
6 questa settimana
2009 questo mese
Totale Visite
11692110 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer