spacer
spacer search

Associazione culturale Neoborbonica
L'orgoglio di essere meridionali

Search
spacer
header
Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagine o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all uso dei cookie. Se vuoi saperne di più vai alla sezioneulteriori info.Ok
Associazione
modalità iscrizione
Perchè Neoborbonici
Why Neo-Bourbons
Organigramma
Carte Sociali
Sede e Delegazioni
Inno Neoborbonico
WebMail
www.ilnuovosud.it
Site Administration
Rete Due Sicilie
Giornale delle Due Sicilie
Attività
Storia del Movimento
Prossime attività
Libro degli ospiti
Dillo ai Neoborbonici
Le tue lettere
Login Form
Username

Password

Ricordami
Hai perso la password?
Non hai ancora un account? Creane uno!
 
Home

CALABRIA BELLA MIA CALABRIA BELLA PDF Stampa E-mail
CALABRIA BELLA MIA CALABRIA BELLA!

Calabria - S. Giovanni in Fiore 25 marzo 2006, nascita dell'associazione "Due Sicilie in Fiore"

(Clicca qui per visionare le immagini?e la rassegna stampa)

Siamo andati a dare il "benvenuto" alla locale associazione duosiciliana che si è costituita in S. Giovanni in Fiore, a nome del movimento neoborbonico, ci siamo recati a dare il "in bocca al lupo" ai giovani calabresi che hanno costituito il nucleo operativo duosiciliano in quella bellissima zona.

L'accoglienza e la fraternità dei nostri compatrioti delle Calabrie non è una scoperta ma sentirsi appartenente ad essi, grazie alle loro cortesie e gentiliezze è sempre una grande e bella sorpresa.

Siamo stati accolti dal delegato di Gioiosa Ionica Pasquale Zavaglia, uno splendido padrone di casa nonchè amico fraterno, coaduivato dal delegato di Paola , Pasquale Sciammarella.

Questo modo di fare ha fatto si che sia il sottoscritto che Nicola Catanese,della sede neoborbonica napoletana,ci siamo sentiti subito a "casa".

Quasi 200 persone erano presenti nella sala del Hotel Dino's per augurare il buon cammino alla costituenda associazione, relatori erano il dott.Mario Perfetti storico, Antonio Pagano direttore del mensile "Due Sicilie", e il Prof. Nicola Zitara presidente della associazione "Due Sicilie" di Gioiosa Ionica nonchè leader carismatico dei giovani e non calabresi che "guardano" alla salvaguardia ed all'identitarismo duosiciliano.

I lavori si sono aperti con gli auguri del movimento neoborbonico e precisamente con una lettera inviata dal presidente nazionale dell'associazione neoborbonica Gennaro De Crescenzo, lettera letta da Nicola Catanese, poi è intervenuto Salvatore Serio delegato neoborbonico di Messina, gli interventi neoborbonici son terminati con il saluto e gli auguri di Pasquale Sciammarella della delegazione di Paola -CS-, che auspicava la nascita di una delegazione del movimento anche in quel di S.Giovanni in Fiore cosa che è avventuta tramite l'adesione e la disponibilità del dott. Giuseppe Casamassima, esponente della nuova associazione "Due Sicilie in Fiore" nonchè  promotore di iniziative duosiciliane.

La giornata è stata ricca di incontri e di buoni esiti,sia di informazioni che di legami, tutti naturalmente finalizzati alla ricostruzione dell'identità meridionalista , alla riscoperta dei valori che ci contraddistinguono , della volontà di fare qualcosa di utile per la causa ed il progetto che ci vede in prima linea per la difesa ed il riscatto duosiciliano.

Non posso in questa occasione non menzionare la signora Zitara, Antonia per gli amici ,amici dei quali il sottoscritto può vantarsi di fare parte, che portento, che forza della natura, un fiume in piena di idee e progetti, parlando delle nostre iniziative,iniziative neoborbonica , dall'iniziativa politica di S. Nicola alle controcelebrazioni francesi, dalla difesa della Reggia vanvitelliana alla nuova realtà neoborbonica romana, l'amica Antonia continuava ad elogiare ed esortare le iniziative, complimentandosi ed augurandosi di proseguire senza indietreggiare per essere il viatico e l'esempio per il resto dei nostri compatrioti sparpagliati nel resto del mondo, "sono neoborbonica"ripeteva "Io sono una Neoborbonica", cercando di dare forza e continuità ai nostri progetti,illuminando i suoi vispi occhi, cercando di dare forza alle iniziative e a chi la stava ad ascoltare.

Grazie per l'impegno e per l'abnegazione da parte dei neoborbonici ad Antonia ed al popolo calabrese, il fiero popolo delle Due Sicilie.Calabria bella mia, Calabria bella.

Fiore Marro resp. relazioni esterne movimento neoborbonico
Lettera di Gennaro De Crescenzo alla nuova associazione "Due Sicilie" di S. Giovanni in Fiore

"Bravi e valorosi calabresi" era l'espressione usata nell'inverno del 1799 per definire i Popoli delle Calabrie.

Più di due secoli fa, nel 1799 e nel 1806, il Regno di Napoli era stato invaso dai francesi e furono massacrate decine di migliaia di meridionali-duosiciliani per portare dalle nostre parti (così disse una propaganda falsa che resiste fino ad oggi) "libertà e uguaglianza".

I primi a capire che gli obiettivi veri erano la conquista, il saccheggio, la distruzione dei nostri valori e delle nostre tradizioni culturali e religiose, furono proprio i Calabresi.

Senza armi, senza re e senza ufficiali, da Scilla a San Giovanni in Fiore, da Catanzaro a Cosenza, scesero in battaglia a combattere e spesso a vincere contro l'esercito più potente e spietato del mondo: quello francese.

Dopo due secoli il ricordo di questa vera e propria epopea popolare è stato cancellato e i Calabresi sono stati definiti "briganti" mentre in tutto il mondo sarebbero stati chiamati patrioti ed eroi.

Sembra una storia lontana ma non lo è.

Da quasi 15 anni il Movimento Neoborbonico si sta battendo puntando tutto su questa scommessa: queste storie raccontate ai nostri ragazzi ci servono ancora.

Ci servono per ricostruire le nostre radici, la nostra identità di calabresi, di meridionali e anche di italiani e per avere, dopo 140 anni, delle classi dirigenti fiere, arrabbiate e finalmente degne di rappresentare gli antichi Popoli delle Due Sicilie.

E' questa la vostra strada, la nostra strada, l'unica possibile per un riscatto che aspettiamo da troppo tempo.

Auguri veri e in bocca al lupo "francese" e "piemontese"!

Gennaro De Crescenzo

Napoli, 24 marzo

ENGLISH VERSION

BEAUTIFUL CALABRIA MY BEAUTIFUL CALABRIA Pdf?Press Email
BEAUTIFUL CALABRIA MY BEAUTIFUL CALABRIA!

We have gone to giving the "welcome" to the local duosiciliana association that has delivered up in S. Giovanni in Fiore, to name of the neoborbonico movement, is brings to giving to you "in mouth to lupo" to the young people the calabrians who have constituted the duosiciliano operating nucleus in that beautifulst zone.

The acceptance and the fraternit? of our compatriots of the Calabrie are not one discovered but to feel itself pertaining to they, thanks to their courtesies and gentiliezze is always one great and beautiful surprise.

We have been received from the delegate of Ionic Gioisa Pasqualel Zavaglia, one splendid head of household nonch? friend fraterno, coaduivato from the delegate of Paola, Pasquale Sciammarella.

Calabria S. Giovanni in Fiore 25 March 2006, birth of the association "Due Sicilie in Fiore"

Nearly 200 persons were present in know it of the Dino' Hotel s in order to augur the good way to costituenda the association,? relatori were the historical dott.Mario Perfetti, Antonio Pagano?"Due Sicilie"? director of the salary, and the Prof. Nicola Zitara president of the association "Due Sicilie Gioiosa?Jonoca" of nonch? charismatic leader of the young people and not calabrians who "watch" to the safeguard and the duosiciliano identitarismo.

The jobs have been opened with the auguries of the neoborbonico movement and just with a letter sended from the national president of the neoborbonica association Gennaro De Crescenzo, letter read from Nicola Catenese, then is taken part Serio Salvatore neoborbonico delegate of Messina, the neoborbonici participations son finishes with the salute and the auguries to you of Pasqualel Sciammarella of the delegation of Paola - CS -, than auspicava the birth of a delegation of the movement also in those of S.Giovanni in Flower what that is avventuta through the adhesion and the availability of Dr. Giuseppe Casamassima, exponent of the new association "Two Sicilie in promotore Flower" nonch? of duosiciliane initiatives.

The day has been rich of encounter and of good outcomes, it is of information that of ties, all naturally you to the reconstruction of the meridionalista identity finalizes, to the riscoperta one of the values that us contraddistinguono, of the will to make something of profit for the cause and the plan that she sees to us in front line for the defense and I redeem duosiciliano.

I cannot in this occasion not mention mrs. Zitara, Antonia for the friends, friends of which the undersigned can boast itself to make part, that portento, than force of the nature, a river in flood of ideas and plans, speaking about our initiatives, initiatives neoborbonica, from the political initiative of S. Nicholas to the French controcelebrazioni, from the defense of the vanvitelliana Reggia to the new roman neoborbonica truth, the Antonia friend continued to praise and to exhort the initiatives, complimenting itself and auguring themselves to continue without to withdraw for being the provisions for a journey and the example for the rest of our compatriots scatters to you in the rest of the world, "is neoborbonica"ripeteva "I is one Neoborbonica", trying continuity to our plans, illuminating its lively eyes, trying to give to force to the initiatives and who it was to listen.

Thanks for the engagement and the abnegation from part of the neoborbonici to Antonia and to the calabrian people, the fierce people of the Two beautiful Sicilie.Calabria mine, beautiful Calabria.

This way to make has made that he is the undersigned who Nicola Catanese, of the Neapolitan neoborbonica center, there are you feel yourself endured to "house".
Fiore Marro resp. external relations neoborbonico movement
Letter of Gennaro De Crescenzo to the new association "Two Sicilie" of S. Giovanni in Flower

"Good and valorosi calabrians" were the expression used in the winter of 1799 in order to define the People of the Calabrie.

More than two centuries ago, in 1799 and the 1806, Reign of Naples it had been invaded from the French and were massacred tens of migliaia of meridionals-duosiciliani in order carrying from ours you leave (therefore said a false propaganda that he today resists until)"freedom and equality".

First to understand that he objects to it to you true were the conquest, the pillage, the destruction of our values and our cultural and religious traditions, they were just the Calabrians.

Without crews, without king and officials, from Squill to Saint Giovanni in Flower, from Catanzaro to Cosenza, they came down in battle to fight and often to win against the more powerful and pitiless army of the world: q uello French.

After two centuries the popular epic memory this true and own has been cancelled and the Calabrians have been defined "briganti" while all over the world they would have been calls patriots and heroes to you.

It seems a far history but it he is not.

From nearly 15 years the Neoborbonico Movement is being struck heading all at this bet: these history told to our boys still serve to us.

They serve to us in order to reconstruct our roots, our identity of calabrians, meridionals and also of Italians and for having, after 140 years, of the ruling classes fairs, angry and finally worthy to represent the antichi People of the Two Sicilie.

E' this your road, our road, only the possible one for I redeem that we wait for too much from time.

True auguries and in mouth to lupo "French" and "the piemontese"!

Gennaro De Crescenzo

Naples, 24 March

< Prec.   Pros. >
spacer
Centro Studi
Primati
Risorgimento
Esercito
Eroi
Brigantaggio
1799
Difesa del regno
Sport Sud
Siti dei Tifosi
Compra Sud
Progetto
Galleria
Galleria Immagini
Chi è Online
Abbiamo 57 visitatori online
Utenti
20473 registrati
1 oggi
6 questa settimana
1870 questo mese
Totale Visite
11819631 Visitatori

 
© 2005 Movimento Neoborbonico, via Cervantes 55/5 Napoli.
Tutti i diritti riservati.
spacer